I FRANCOFONTESI RACCONTANO FRANCOFONTE

itFrancofonte

NEL MONDO

4 novembre, Festa dell’Unità Nazionale e Forze Armate

4 Novembre

Domani è la Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate. La data, 4 novembre, ricorda l’entrata in vigore dell’armistizio di Villa Giusti e della resa dell’Impero austro-ungarico. Questa celebrata nella giornata odierna è una ricorrenza istituita nel 1919 per commemorare la vittoria italiana nella Prima Guerra Mondiale.

4 novembre. L’armistizio di Villa Giusti e la fine della Prima Guerra Mondiale

L’armistizio di Villa Giusti consentì agli italiani di rientrare nei territori di Trento e Trieste, e portare a compimento il processo di unificazione nazionale iniziato in epoca risorgimentale. Terminava così, il 4 novembre 1918, la Prima Guerra Mondiale. Per onorare i sacrifici dei soldati caduti in difesa della Patria, il 4 novembre 1921 ebbe luogo la tumulazione del “Milite Ignoto”, nel Sacello dell’Altare della Patria a Roma. Il 4 novembre fu dichiarato Festa nazionale con il Regio decreto n. 1354 del 23 ottobre 1922.

Festa Aerei 4 Novembre
Immagine di repertorio

4 novembre. La storia della Festa dell’unità

Dal 1919 a oggi, la celebrazione del 4 novembre è l’unica festa nazionale che abbia attraversato decenni di storia italiana. Ha vissuto l’età liberale, il periodo del Fascismo, fino ad arrivare alla più recente storia repubblicana. Nel 1922, poco dopo la marcia su Roma, la festa cambiò nome in Anniversario della Vittoria. La nuova denominazione aveva così un forte richiamo alla potenza militare dell’Italia. Invece, dal 1949, dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, il significato della festa è tornato quello originale. Si ricorda quindi la celebrazione delle forze armate italiane e il completamento dell’Unità d’Italia. Infatti, con la vittoria nella Prima Guerra Mondiale, l’Italia completò l’unità nazionale, iniziata con il Risorgimento.

Gli ultimi decenni

Fino al 1976, in Italia il 4 novembre è stato un giorno festivo. Dal 1977, con la riforma del calendario delle festività nazionali, la ricorrenza è diventata festa mobile, con le celebrazioni che hanno luogo, ancora oggi, la prima domenica di novembre. Nel corso degli anni Ottanta e Novanta la sua importanza nel novero delle festività nazionali è un po’ diminuita. Negli anni Duemila, invece, la festa è tornata a celebrazioni più ampie e diffuse.

4 Novembre Festa
Immagine di repertorio

Le celebrazioni per il 100° anniversario

Il 4 novembre 2018 si sono svolte le celebrazioni per il 100° anniversario della Festa dell’Unità Nazionale. La sera del 3 novembre è avvenuta la consegna delle insegne dell’Ordine Militare d’Italia da parte del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, di cui è istituzionalmente Gran Maestro, al Quirinale. Il giorno successivo, lo stesso Mattarella ha deposto una corona d’alloro al Milite Ignoto dell’Altare della Patria a Roma, in presenza anche delle altre massime cariche dello Stato. La giornata è proseguita con la visita ufficiale al Sacrario di Redipuglia per poi concludersi in Piazza Unità d’Italia a Trieste.

4 novembre. La Festa dell’Unità ai tempi del Covid-19

Quest’anno 2020, in periodo di pandemia, con le restrizioni dovute all’emergenza sanitaria in atto, la Festa dell’Unità avrà senz’altro un sapore particolare. Mai come in questi mesi si è avvertito un forte bisogno di unione. Questa ricorrenza, anche se sicuramente non potrà mai essere uguale a quella degli scorsi anni, sarà senz’altro un modo per accrescere in noi il senso di appartenenza alla nazione. In questa emergenza, ricordiamo il ruolo importante che hanno continuato e che continuano a svolgere le Forze Armate.

4 novembre, Festa dell’Unità Nazionale e Forze Armate ultima modifica: 2020-11-03T09:33:39+01:00 da Giuseppe Spina
To Top