INTERVISTE STORIE

Antonio Iurato, da Francofonte alla Svizzera per realizzare il sogno della cucina

Antonio Iurato

La passione, immensa, per la cucina ha portato il giovanissimo francofontese Antonio Iurato, fino in Svizzera, dove lavora in un ristorante italiano. Oggi vi raccontiamo la sua storia e un piatto, di sua creazione, dedicato a un grande amico. Perchè ci sono amicizie vere e sincere che resistono, nonostante i chilometri.

Antonio Iurato e l’amore per la cucina

“Fin da quando ero piccolo ho sempre amato l’arte culinaria. Osservavo i miei nonni e mia mamma mentre erano ai fornelli e questo mi spingeva ad accrescere le mie conoscenze”: esordisce così Antonio Iurato quando si racconta. “La prima esperienza in cucina che mi ha dato modo di poter imparare l’ho avuta a soli 12 anni, quando ho iniziato a lavorare in una piccola pizzeria del paese. Qui ho svolto diverse mansioni”.

Iurato

Antonio Iurato

E poi la scuola. “Ho frequentato – prosegue – l’istituo alberghiero “Alfio Moncada” di Lentini, e qui ho avuto la possibilità di imparare l’arte culinaria e mi sono messo in gioco anche attraverso il confronto con gli altri ragazzi. Ho infatti partecipato a diversi concorsi nei quali ho vinto diverse medaglie. Durante gli anni delle scuole superiori ho svolto uno stage di 4 mesi in Sardegna ed è stata un’esperienza bellissima che mi ha permesso di crescere e di vivere in autonomia, in quanto per la prima volta sono stato da solo, lontano dalla famiglia. Questi quattro mesi hanno accresciuto notevolmente la consapevolezza di me stesso e delle mie capacità”. Antonio Iurato prosegue ancora nel suo racconto. “Dopo il diploma – ci dice – sono andato a lavorare a Madonna di Campiglio e poi sono ritornato a casa. Dopo alcuni mesi mi ha contattato un mio amico francofontese per andare in Svizzera. E lì ho cominciato a lavorare in un ristorante italiano come commis. Quando non lavoravo, insieme al mio amico Matteo, ho proseguito ininterrottamente a studiare ciò che di meglio la cucina ha da offrire. Nel frattempo sono stato sei mesi a Londra, girando svariati ristoranti per farmi conoscere con l’obiettivo di poter lasciare il segno. Attualmente sto lavorando a Basilea, in un ristorante italiano, come capo partita e responsabile dei vari settori”. E poi ricorda le sensazioni provate all’inizio della sua attività lavorativa fuori da Francofonte. Infatti, Antonio si è ritrovato a lavorare e a vivere lontano da casa. Seppur giovanissimo (ha infatti 21 anni), non ha mollato la presa. Anzi, al contrario, si è impegnato sempre. “Quando sono arrivato in Svizzera non è stato abbastanza facile..nuova lingua, nuova cultura. Ma oggi sono soddisfatto del percorso che ho fatto perchè ho cercato di fare sempre del mio meglio nel mio lavoro”.

“Promessa”: un dessert per onorare un’amicizia

Antonio ha ideato un dessert, proprio per onorare la bellissima amicizia con il suo amico Matteo, ma anche per ricordare Francofonte, la sua terra di origine. A proposito del dolce, il capo partita ci dice: l’ho dedicato al mio amico che mi ha insegnato davvero tanto sulla cucina e a Francofonte, terra di agricoltura e delle arance più buone del mondo!“.

Piatto Iurato

“Promessa”, il dessert ideato da Iurato

Continua ancora:l’ho chiamato “Promessa” proprio perchè vuole essere una promessa di profonda amicizia e gratitudine verso una persona che ha fatto veramente tanto per me. Ogni componente di questo piatto è il risultato di prove continue al fine di ottenere un risultato perfetto. Se partiamo dal colore, vediamo che è total black. Prevale solo il colore scuro. Il dessert – ci spiega nel dettaglio- è composto da un cannolo siciliano in quanto dolce tipico della nostra terra, un macaron per ricordare l’esperienza parigina di Matteo, una terrina di pinoli e cacao che rappresenta il nostro paese agrumicolo, una spugna al cacao, perchè quando vai all’estero diventi una sorta di spugna e assorbi tutto ciò che c’è da conoscere. Come accompagnamento ho aggiunto una salsa al cioccolato”. Squisito davvero!! E per il futuro? Cosa spera Antonio? “Mi auguro di poter gestire una cucina o un ristorante tutto mio e di conoscere il vero sapore del successo. Ed è questo ciò che mi spinge ad impegnarmi sempre al massimo!”.

Cristina Scevola

Autore: Cristina Scevola

Laureata in Scienze per la Comunicazione Internazionale con una tesi su Mtv Italia, sono una giornalista con la passione per la cultura, lo spettacolo e lo sport.

Antonio Iurato, da Francofonte alla Svizzera per realizzare il sogno della cucina ultima modifica: 2019-04-26T08:38:55+02:00 da Cristina Scevola

Commenti

To Top