VALORI

Avis, un monumento per ringraziare i donatori di sangue

43151798 236255140580468 6104944515435462656 N

Ottimi risultati per l’Avis Comunale di Francofonte che lo scorso 29 settembre ha raccolto le donazioni di sangue da parte di 20 volontari. Un segnale di grande importanza, questo, per l’intero territorio che va a sottolineare la presenza di volontari pronti a donare e a far fronte, dunque, alla necessità di richieste di donazioni di sangue. Noi abbiamo intervistato il presidente Salvatore Ippolito.

Avis Comunale di Francofonte, un po’ di storia

“L’Avis Comunale di Francofonte, fiore all’occhiello del triangolo Lentini, Carlentini e Francofonte, nasce dalla riunione di 20 soci fondatori (donatori) che con Atto Notarile datato 20 Aprile 1990, hanno costituito il Consiglio Direttivo, gettando le basi a una delle associazioni più importanti e destinata a essere presente attivamente nella nostra comunità”: ci dice il presidente.

43266595 236254270580555 6678220296085831680 N

Ci spiega nel dettaglio: “fa proprie le Direttive Nazionali, aderendo all’Avis Nazionale, Regionale e Provinciale. La nostra struttura nasce con lo scopo precipuo di promuovere la donazione di sangue intero o di una sua frazione nella forme di volontaria, periodica, associata, anonima e non remunerata, intesa solo come valore umanitario ed universale, espressione di solidarietà dettata dalla carità verso il bisognoso e partecipazione sociale attiva e civile per la tutela del diritto alla salute”. 

I principali compiti demandati alle Avis di base sono infatti: raggiungimento dell’autosufficienza di sangue e dei suoi derivati a livello territoriale; tutelare i cittadini che hanno necessità di essere sottoposti a terapia trasfusionale; promuovere l’informazione sanitaria e ogni tipo di attività culturale nella comunità d’appartenenza; promuove l’associazionismo; supportare le strutture sanitarie.

43195796 236255023913813 2647375376912744448 N

A proposito di donazioni…

“Dal 1990 al 2015 ininterrottamente, l’Avis Comunale di Francofonte ha organizzato ogni mese una donazione per il fabbisogno ematico del nostro territorio – ci ricorda Ippolito. la svolta arriva nel 2015, quando in recepimento delle Direttive Sanitarie Regionali, l’associazione introduce la Politica della Qualità come Protocollo di Sicurezza per le donazioni effettuate in sede, in armonia con il SIMT di Lentini e determina anche l’introduzione di 2 donazioni al mese, al fine di incrementare le sacche di sangue intero, destinate al Centro Trasfusionale del P.O. di Lentini per l’uso terapeutico ai pazienti affetti da malattie ematiche, contribuendo in questo modo al bene della salute pubblica”.  

Le attività culturali

L’impegno dell’Avis non si ferma soltanto alle donazioni. A parlare è ancora il presidente Ippolito che ci spiega: “l’Avis Comunale di Francofonte ogni anno si impegna nella sensibilizzazione alla donazione presso le Scuole Medie Superiori e partecipa ai vari progetti didattici presso la Scuola Primaria e Media”. 

43057922 236254220580560 8737996575848005632 N

Il monumento al donatore di sangue

Durante la XXVIII^ Festa del Donatore che si è svolta il 30 e 31 luglio di quest’anno, è stato inaugurato il “Monumento al Donatore di Sangue” in contrada Coco. A raccontarci dell’opera è il presidente Ippolito: “recentemente l’Avis Comunale di Francofonte ha inaugurato la posa del Monumento al Donatore di Sangue, per ringraziare i 700 e più donatori che per 28 anni, attraverso il ricambio generazionale, sono stati “Cavalieri della vita” e “Guardiani della salute pubblica” del nostro territorio. Il Monumento, è motivo di orgoglio per l’attuale Consiglio Direttivo, perché scaturito da un bando di concorso organizzato presso le Scuole Medie della nostra città”.  L’opera è stata realizzata dal prof. Alessandro Inzirillo ed è tratta da un disegno di un’alunna.

 

Avis, un monumento per ringraziare i donatori di sangue ultima modifica: 2018-10-10T10:52:19+00:00 da Cristina Scevola

Commenti

To Top