I FRANCOFONTESI RACCONTANO FRANCOFONTE

itFrancofonte

NEWS

Bonus matrimonio: fino a 3 mila euro per i futuri sposi

Bonus Matrimonio

Approvato dal Governo Musumeci, il “Bonus matrimonio” mette a disposizione fino a 3 mila euro per i futuri sposi che pronunceranno il fatidico sì entro il 31 luglio 2021. Vi diamo tutti i dettagli nei paragrafi successivi.

Bonus matrimonio: di cosa si tratta?

Il cosiddetto “Bonus matrimonio”, approvato dal governo Musumeci, mette a disposizione circa 3 milioni e mezzo di euro per incentivare matrimoni e unioni civili. Tale misura mira ad attenuare gli effetti della crisi causata dal Coronavirus. A quanto pare, infatti, la pandemia ha causato l’annullamento di circa 70 mila matrimoni in tutta Italia (isole comprese). Come tutti noi sappiamo, il Coronavirus ha purtroppo fermato tutti i settori, dalle attività commerciali fino alle scuole di tutti gli ordini e i gradi.

Bonus Matrimonio Sposa
Si considerano i matrimoni svoltisi nel territorio siciliano

E di conseguenza anche il “wedding” ne ha risentito profondamente di questa crisi. Il bonus si pone l’obiettivo di dare un valido sostegno sia ai futuri sposi e al mondo del wedding. Dopo la fine del lockdown, hanno cominciato a essere celebrati i matrimoni, sempre però nel rispetto delle misure anti- covid. Il decreto che stabilisce i criteri e le modalità della misura è stato pubblicato sul sito del Dipartimento Famiglia a firma congiunta degli assessori alla famiglia Antonio Scavone e all’economia Gaetano Armao.

Bonus Matrimonio: chi può accedere?

Innanzitutto parliamo di importi: il limite massimo previsto da destinare ai futuri sposi sarà di 3 mila euro. Al fine di accedere al beneficio, la coppia dovrà avere un Isee massimo di 30 mila euro: questo sarà calcolato sommando i valori dei due nuclei familiari di origine e quello dello dei futuri coniugi. Il totale sarà poi ridotto del 40%.

Bonus matrimonio: quali sono i matrimoni presi in considerazione?

Adesso parliamo di quali matrimoni verranno presi in considerazione dalla misura. Il bonus considera i matrimoni che hanno luogo nella nostra isola, sia religiosi con effetti civili, sia i matrimoni civili che le unioni civili. Le unioni considerate dovranno svolgersi a partire dal 15 settembre 2020 e fino al 31 luglio 2021.

Quali spese considera la misura?

Altro capitolo importante che prende in esame la misura sono le spese sostenute dalla coppia di futuri coniugi. Si tratta di un fatto noto è risaputo che sposarsi comporta dei costi! Al contributo saranno ammesse le spese di pubblicazione; di partecipazione e inviti; la fornitura di fiori e arredi floreali. Inoltre, rientrano nel bonus anche le spese sostenute per parrucchieri; estetisti; abiti per la sposa e lo sposo; l’acquisto di anelli nuziali. La lista include anche le spese per la vettura per il giorno del matrimonio; l’affitto della sala/locali e il catering; servizio di foto e riprese video; intrattenimento musicale (in chiesa e in sala durante il ricevimento nuziale); i regali per i testimoni e le spese per le agenzie di viaggio.

Bonus Matrimonio Sposi Anelli
Sono diverse le spese che considera il contributo

Come inviare le domande per accedere alla misura

Infine, come fare per accedere al beneficio? Le domande per poter avere accesso al bonus possono essere inviate a partire dal giorno dopo la pubblicazione del decreto sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Sicilia e fino ai successivi 60 giorni al dipartimento Famiglia. Le domande devono presentare la firma congiunta dei futuri sposi e devono essere accompagnate da documenti di identità validi. Andranno inoltre forniti: i dati anagrafici dei coniugi; residenza; data e luogo del matrimonio; spesa.

Bonus matrimonio: fino a 3 mila euro per i futuri sposi ultima modifica: 2020-10-12T10:26:28+02:00 da Cristina Scevola
To Top