I FRANCOFONTESI RACCONTANO FRANCOFONTE

itFrancofonte

CHIESE

Chiesa di San Francesco d’Assisi: l’edificio di culto dedicato al Patrono d’Italia

Chiesa San Francesco

La chiesa di San Francesco d’Assisi di Francofonte è dedicata al Santo Patrono d’Italia, San Francesco. Si trova nel quartiere nuovo del paese, in via Gramsci. Si tratta di un edificio sorto nel ‘900 e differisce dalle altre chiese costruite proprio per via della sua struttura moderna. Scopriamo insieme la sua storia e alcune curiosità.

Chiesa di San Francesco D’Assisi: origini

L’odierna parrocchia di San Francesco D’Assisi è stata istituita nel 1958, quando, è stato adattato un garage sito in via Asmara. La sede è rimasta invariata fino a poco dopo gli anni sessanta, quando fu realizzata l’attuale chiesa in via Gramsci, su progetto di due ingegneri (probabilmente di origini siracusane).

La struttura

La chiesa è stata costruita utilizzando uno stile moderno. Ha una struttura in calcestruzzo e presenta una planimetria ottagonale. Le vetrate presenti all’interno della chiesa rappresentano il Cantico delle Creature (nota anche come Laudes creaturarum o Cantico di frate Sole) di San Francesco D’Assisi. I disegni delle vetrate sono stati realizzati dal francofontese Sandro Palmeri.

38749801 198848884321094 220569235192020992 N

La sua facciata, che risulta convessa verso l’esterno, è composta da una serie di pilastri che delimitano i muri esterni. I garages antistanti la chiesa erano un tempo sede del presepe biblico. Nel corso degli anni la parrocchia è stata oggetto di modifiche: ad essa è stata aggiunta una sorta di giardino (verso gli anni ’80/’90).

A proposito della parrocchia…

La chiesa ospita numerose opere d’arte contemporanea. Tra le opere conservate troviamo anche la Madonna di Fatima, risalente al 1956. Si tratta di una statua in legno massiccio il cui stampo utilizzato per realizzazione della stessa in pratica non esiste più. La statua all’epoca atterrò con l’elicottero in quella che adesso è l’attuale villa Idria stracolma di gente e fu portata in processione fino alla chiesa di San Francesco.

38882934 198848554321127 1327596617649356800 N

Inoltre, è possibile trovare la pregiatissima statua in legno massiccio raffigurante San Francesco con le braccia aperte. Ai piedi del Santo si trova una croce, il Vangelo aperto e un teschio. La statua, che fu realizzata tra la fine degli anni cinquanta e gli inizi degli anni sessanta, ha subito due restauri nel corso degli anni.

Nel 2016, in occasione del Giubileo straordinario della Misericordia, il gruppo giovani del rinnovamento, in collaborazione con l’allora parroco della chiesa, Don Paolo Pandolfo, organizzarono un Peregrinatio Mariae Aux Flambeaux. La processione, che ha percorso le principali vie del paese, è stata seguita da numerosi fedeli. Si è trattata di una processione sobria che si è conclusa in chiesa con la Santa Messa e la benedizione delle mamme.

38834180 199208834285099 2625604342308143104 N

All’interno della parrocchia si sono avute due vocazioni: il primo momento si è avuto con padre Ciciulla, missionario comboniano; mentre il secondo con Jack Ferrera, seminarista trasferitosi presso la Diocesi di Noto. Il primo parroco della chiesa fu don Barone; mentre l’attuale sacerdote in carica è padre Carmelo Scalia.

La parrocchia e i festeggiamenti in onore di San Francesco

La parrocchia celebra la festa di San Francesco durante la prima d’ottobre. Come da tradizione, la statua, raffigurante il santo patrono, viene portata lungo le vie del paese in processione.

Chiesa di San Francesco d’Assisi: l’edificio di culto dedicato al Patrono d’Italia ultima modifica: 2018-08-31T15:23:41+02:00 da Cristina Scevola

Commenti

To Top