ARTE

Club- Art – Europe, una fucina di creatività tutta francofontese

Sala Esposizione Di Casa Munzù

Recentemente protagonista di una mostra fotografica, il Club- art – Europe non è affatto un circolo. Ma è una vera e propria fucina di idee.

Club – Art – Europe: un po’ di storia

Il Club -Art -Europe, come già detto, non è un circolo e neanche un’associazione o una galleria d’arte. Si tratta di un laboratorio creativo, nato dall’idea di Carmelo Gaudioso, all’interno del quale si sperimenta e si utilizza la fotografia o la pittura per promuovere, diffondere ed esercitare queste arti. Attraverso le fonti artistiche, si elaborano dei progetti che andranno su carta stampata.

Casa Munzù Sede Espositiva Di Clubarteurope

Casa Munzù, la sede espositiva di Club- Art – Europe

In un tempo in cui i social (tra tutti Instagram) ci bombardano quotidianamente di migliaia di foto, il Club – Art – Europe sembra voler essere un modo per contrastare l’infinita produzione di immagini che vengono postate online.

Il Club- Art – Europe nasce insieme al progetto ‘Obiettivo sul Centro Storico’, in quanto: “abbiamo creduto che questo percorso di conoscenza e di riappropriazione emotiva potesse essere più facile utilizzando il linguaggio e le simbologie dell’arte, dell’esercizio di quell’arte diffusa e condivisa come può essere, oggi, la fotografia e la pittura, nelle loro espressioni amatoriali; con un’attenzione a tutte quelle nuove forme della creatività artistica che utilizzano anche le nuove tecnologie”.

“Obiettivo Centro Storico” e “Il Borgo Medievale di Francofonte”

Attraverso il progetto ‘Obiettivo Centro Storico’ sono state fotografati i luoghi simbolo del Centro Storico, i segni del suo degrado e i germi della sua rinascita. Con il ‘Borgo Medievale di Francofonte’, invece, si è andati indietro nel tempo per trovare tracce di un passato cancellato da terremoti, abbandono e incuria, utilizzando metodi diversi da quello strettamente storico. Da ‘Il Borgo Medievale di Francofonte’ ne è sorta una pubblicazione edita da stampe a contatto. La mostra, invece, è diventata permanente ed è possibile visitarla presso la sala della Giunta.

Imagolenta

Il Club – Art – Europe ha firmato il progetto ‘Imagolenta’, realizzato facendo uso di un numero controllato di scatti proprio per riprendere una condizione di autocontrollo. A segnare il debutto del progetto è stata la mostra ‘Veri Falsi’ di Tatiana Di Blasi. L’esposizione si è svolta lo scorso 24/25 febbraio presso Casa Munzù. Per quanto riguarda ‘Veri Falsi’, l’esposizione ha visto come protagonisti i si/quadri dei grandi nomi della pittura, resi celebri attraverso gli scatti della Di Blasi.

Durante La Mostra Di Micromondo Di Nello Cataudo(1)

Un momento della mostra di Nello Cataudo ‘Micromondo’

Fa parte dello stesso progetto anche la seconda mostra ‘MicroMondo’ di Nello Cataudo. Svoltasi il 2/3 giugno, la mostra ha avuto come tema la fotografia macro naturalistica. E poi ancora, a seguire, la mostra fotografica ‘Inside’ di Walter Tumale si è tenuta il 16 e 17 giugno.

Per quanto riguarda le mostre, il Club – Art – Europe è stato protagonista di una mostra di fotografia e di pittura che si è tenuta lo scorso 21 ottobre. Ad essere esposte le fotografie di Anna Zagarella e Carmelo Gaudioso tratte dallo spettacolo ‘Namastè’ di Tatiana Montalto; gli scatti di Anna Zagarella del live dei Tinturia di piazza Garibaldi e le pitture e i disegni fotografici di Salvo Italia.

Ma non finisce qui…

Cristina Corridore e Lucia Stracquadaini del Club – Art- Europe si sono aggiudicate rispettivamente il primo e il secondo posto nella prima edizione del concorso fotografico “Il sorriso di Lida”.

Esposizione Inside Di Walter

Un momento dell’esposizione di Walter Tumale ‘Inside’

“’Finchè il cuore batte, sorrido’, è questo il titolo della mia foto– racconta Cristina Corridore. Dopo averla scattata, in maniera quasi del tutto spontanea, ho notato la combinazione dell’orologio insieme alla sua faccia. Un volto sorridente, positivo e soprattutto contagioso e che, nonostante il tempo, rimane sempre quello che ricordo da quando sono nata”.

“La mia foto ha per soggetto una bambina conosciuta per caso e della quale non so molto – dice invece Lucia Stracquadaini. Di lei so solo che mi ha conquistata col suo sorriso e la sua dolcezza. Mi trovavo in via Addis Abeba, con la mia fotocamera, quando ad un tratto ho visto questa bambina dai capelli rossi, che ha subito attirato la mia attenzione. Ho desiderato immediatamente fotografarla, allora ho chiesto che mi portasse dalla sua mamma, per chiederle il permesso di fotografarla. Con la mia foto ho voluto catturare il sorriso spontaneo di questa bambina, dal quale traspare il suo lieve imbarazzo”.

 

Cristina Scevola

Autore: Cristina Scevola

Laureata in Scienze per la Comunicazione Internazionale con una tesi su Mtv Italia, sono una grande appassionata di cultura, spettacolo e sport. Amo scrivere e questa passione mi ha accompagnata fin dalla più tenera età.

Club- Art – Europe, una fucina di creatività tutta francofontese ultima modifica: 2018-11-05T11:54:02+02:00 da Cristina Scevola

Commenti

To Top