SPORT

Daniel Messina si racconta: “Riportiamo Francofonte nelle categorie che merita”

Messina giocatore

Nel nostro consueto appuntamento calcistico, oggi vi riportiamo l’incontro con Daniel Messina, esperto centrocampista, un altro prezioso elemento del Città di Francofonte, con il quale abbiamo ripercorso i momenti salienti della sua carriera, dagli esordi fino alla stagione in corso.

42564416 562858694143672 29199794723356672 N

La juniores e gli esordi

Daniel Messina comincia il suo racconto dai tempi della juniores, dove, nonostante la sua giovane età e un ruolo completamente differente, viene chiamato in causa per dare manforte alla sua squadra. Una storia che somiglia tanto a una favola: “La mia carriera calcistica è iniziata quasi per sbaglio, nel Francofonte Calcio in prima categoria. Erano le ultime partite di campionato ed io all’epoca giocavo come portiere nella squadra juniores. Una domenica sono stato chiamato per giocare e io mi sono presentato. Arrivati al campo mi hanno schierato come terzino. Ricordo che quell’anno abbiamo disputato i play out a Vizzini. In quella delicata partita che eravamo chiamati a giocare per mantenere la categoria, a noi bastava un pareggio per salvarci. Perdevamo uno a zero, ma poi, verso il 90’ minuto, quindi agli sgoccioli del match, capitan Malgioglio ha calciato una punizione mettendo il pallone in area e io ho fatto goal! Così ci siamo salvati”.

Niente male come punto di partenza della sua carriera. Anche se le sue soddisfazioni sportive sono destinate a continuare, replicandosi ben presto: “L’anno successivo ho deciso di rimanere al Francofonte, dove abbiamo vinto il campionato di prima categoria. Sono approdato così per la prima volta nella mia carriera nel campionato di promozione”.

46153331 255256715346977 5097604956005859328 N

Il primo trasferimento

Cambiano le maglie, ma non i successi: “Dopo i due anni al Francofonte, per motivi societari ho deciso di cambiare squadra e andare a giocare a Scordia. Qui ho vinto un campionato di promozione, con quella che all’epoca si chiamava Gymnica Scordia, guidata dal presidente Piraneo”. Quindi, dopo quest’altro salto di categoria, arriva una nuova breve esperienza: “L’anno successivo sono rimasto fino al mese di dicembre in eccellenza, per poi trasferirmi ad Avola in promozione, dove ho incontrato persone davvero stupende”.

La sua carriera è ancora ricca di altre tappe: “Poi sono ritornato a Scordia, anche se lì ho giocato fino a dicembre, quando mi sono trasferito a Licodia Eubea in prima categoria, dove abbiamo perso una finale play off. Ci è stata fatale la lotteria dei calci di rigore”. La rivincita arriva puntuale la stagione successiva: “Ricomincio a Licodia Eubea in prima categoria, un anno che non potrò mai dimenticare, dove abbiamo vinto tutto quello che c’era da vincere: campionato e Coppa Sicilia”. Un anno indimenticabile.

42532437 562856570810551 719399587491610624 N

Il ritorno a Francofonte

E infine, la parentesi dell’ultimo campionato: “L’anno scorso mi sono trasferito al Carlentini Calcio del presidente Gaetano Vinci, una persona che non potrò dimenticare mai. Qui ho disputato metà campionato in promozione, dove ci siamo classificati al sesto posto”. Quindi, il presente al Città di Francofonte: “Quest’anno voglio dare il mio contributo al mio paese, per aiutare a riportare Francofonte nelle categorie che merita. Il mio vero ruolo è centrocampista, anche se, per il momento, per il bene della mia squadra, sto giocando in difesa”.

Daniel Messina si racconta: “Riportiamo Francofonte nelle categorie che merita” ultima modifica: 2018-11-14T08:53:53+02:00 da Giuseppe Spina

Commenti

To Top