I FRANCOFONTESI RACCONTANO FRANCOFONTE

itFrancofonte

STORIE VALORI ED EMOZIONI

Diana, quando un gatto ti cambia la vita

Diana Gatta

Diana, quando a cambiarti la vita è una gattina che sbuca improvvisamente fuori in una fredda sera di gennaio di quasi 7 anni fa. La sua vuole essere la storia, emblematica, di quelle adozioni fatte con il cuore che stravolgono l’esistenza (in meglio).

Diana, un dono meraviglioso

La storia è totalmente autobiografica, non c’è nulla di inventato. Chi mi conosce sa benissimo che adoro i gatti. La cosa buffa è che da piccola li temevo. Mi sono resa conto del cuore immenso di questi felini grazie a signor Miao, un gatto semi – randagio che avevo ribattezzato con questo nome, anche lui sbucato fuori per caso e del quale mi occupavo, ma che purtroppo il destino mi ha portato via. Affezionato e dolce, intelligente ma anche diffidente, aveva visto in me un’amica di cui fidarsi. Ed è stato proprio lui a farmi notare, in una fredda sera di gennaio, la presenza di un piccolo esserino miagolante.

Diana Gatta Piccola

Diana, una scelta reciproca di infinito amore

Piena di dubbi e di incertezze scesi in strada. E da sotto una macchina sbucò una pulce miagolante. La feci salire e le diedi da mangiare. Divorò tutto in un attimo. Poi la riaccompagnai nuovamente in strada. Anche perché, fino ad allora, non avevo mai avuto il pensiero di adottare un animale. Lei, testarda, non voleva mollarmi. Miagolava in continuazione, fino a quandonon si allontanò e io tornai a casa tranquillamente. Ma il pensiero di quella piccolina non mi lasciava un attimo. Quella notte non riuscii a chiudere occhio, anche perché ogni tre ore ritornava sotto casa mia a miagolare. La mattina successiva, mi alzai presto solo perché dovevo andare a cercarla. La ritrovai sì, ma si era nascosta dentro il motore di una macchina perché, essendo gennaio faceva freddo. La portai immediatamente a casa. Dopo averla ripulita, prendemmo una decisione: doveva rimanere con noi. Decidemmo di chiamarla Diana, come la dea della caccia; fino a quel momento si era dimostrata forte e coraggiosa.

Diana

Diana, quasi sette anni di vita insieme

Poi scoprimmo anche che quella stessa giornata aveva vagato tantissimo. Era giunta fin sotto casa mia da un altro quartiere e venimmo a sapere che la mamma era una randagia che aveva dato alla luce diversi cuccioli. C’era chi aveva provato ad avvicinarla, ma era scappata. Cosa che invece non aveva fatto con me. Mi aveva scelta tra tanti? Questo non lo saprò mai. Da allora sono trascorsi quasi sette anni di amore puro e di gioia. Quasi sette anni di affetto incondizionato. Di una cosa ne sono certa: è stata un dono dal cielo. In questi anni la famiglia si è allargata: oltre a lei, ci sono anche Nerino, Bimbo e Ciccio.

Adottate in maniera consapevole

Ho voluto raccontarvi questa storia per ricordarvi quanto possa essere importante adottare. L’adozione, fatta con consapevolezza e maturità, implica delle scelte. Un animale, infatti, necessita di cure, spazi (a seconda della sua taglia). E quindi è necessario che l’adottante se ne possa prendere cura. Ma l’adozione di un animale (cane o gatto) migliorerà la vostra vita. Diana, Nerino, Bimbo e Ciccio mi ricordano quanto loro riescano a riempirmi le giornate!

Fatevi un regalo: adottate.

Diana, quando un gatto ti cambia la vita ultima modifica: 2020-09-15T08:03:37+02:00 da Cristina Scevola
To Top