INTERVISTE SPORT

Emanuele Liberale, a tu per tu con il pallavolista dell’A.s.d. Seven

Emanuele Liberale

Emanuele Liberale è uno dei giovanissimi pallavolisti dell’A.s.d. Seven. L’Under 16 gioca da centrale, ma anche da laterale.

Emanuele Liberale: breve biografia

“Mi chiamo Emanuele Liberale e ho 15 anni”: ci dice il pallavolista quando inizia a raccontarsi. “Sono nato il 4 febbraio 2004. Frequento il liceo linguistico ‘Elio Vittorini’ di Lentini. Nel tempo libero – continua ancora – mi piace uscire con gli amici e giocare a beach volley. E ovviamente, adoro la pallavolo”: sottolinea Emanuele.

Emanuele Liberale Asd Seven

Da sinistra Dilan Menta, Giorgia Riscica, Sharon Bortuna insieme ad Emanuele Liberale

Abbiamo rivolto ad Emanuele alcune domande per conoscere meglio la sua passione per la pallavolo. Eccovi la nostra intervista…

Allora Emanuele, come è nata la tua passione per la pallavolo? Raccontaci tutto!

“La mia passione è nata fin dalle scuole medie. Durante le lezioni di educazione fisica giocavamo a pallavolo e mi sono reso conto che mi appassionava come sport”.

E poi anche tu hai deciso di entrare a far parte dell’A.s.d. Seven… come mai hai fatto questa scelta?

“Questo è già il mio secondo anno con l’A.s.d. Seven. Come ho già detto prima, mi piaceva la pallavolo e ho pensato di entrare a far parte del gruppo”.

Sei giovanissimo. Che sensazioni avevi all’inizio di questo tuo percorso con l’A.s.d. Seven?

“Mi sentivo un po’ disorientato e spaesato. Ma via via ho iniziato non solo a fare nuove conoscenze, ma anche ad acquistare una maggiore confidenza verso me stesso”.

E a livello di formazione personale, cosa ti ha dato la pratica di questo sport?

Sicuramente, l’ingresso nell’A.s.d. Seven mi ha innanzitutto regalato nuove amicizie. E poi, un’altra cosa importante, mi ha permesso di migliorare come persona. Per esempio, prima ero molto più riservato, ma a poco a poco ho imparato ad essere più sicuro di me”.

Dunque Emanuele senti di essere cresciuto in questi due anni?

“Certamente. Ho messo alla prova me stesso, superando quelle che erano le mie prime difficoltà. Successivamente, mi sono perfezionato a livello di pratica sportiva e ancora oggi continuo a studiare tattiche di gioco”.

Quali aggettivi useresti per definire la pallavolo?

“La pallavolo è universale. È la mia passione! Trascorrerei ore e giornate a giocare senza sosta!”.

Per quanto riguarda i tuoi compagni di squadra, che rapporto hai con loro?

“Il mio rapporto con loro è gioioso. Sembra di essere in una famiglia. Siamo amici non solo dentro la palestra, ma anche fuori”.

E l’allenatrice Dora Pappalardo, come la definiresti?

Dora è una persona straordinaria che ti fa superare ogni difficoltà anche nei periodi più difficili. Sa essere severa, ma ha anche la sensibilità per capire le emozioni e gli stati d’animo di noi allievi”.

Emanuele Liberale Dora Pappalardo

Emanuele Liberale insieme all’allenatrice Dora Pappalardo e alcuni dei giocatori dell’A.s.d. Seven

Vedi la pallavolo nel tuo futuro?

“Ovvio che sì! Anche perché ho ancora un sacco di cose da imparare! E spero sempre di migliorarmi giorno dopo giorno”.

Hai un idolo nel mondo della pallavolo?

“Sì. Si chiama Simone Giannelli. Gioca nella Trentino Volley”.

Infine, Emanuele, perché va praticata la pallavolo?

Non si tratta di uno sport che ti migliora solo a livello fisico. Ma è un gioco dove prevalgono tanto la logica e la strategia, quindi richiede un impegno mentale costante durante le partite e gli allenamenti. E infine, come ho detto prima, la pallavolo è universale e vale sicuramente la pena provarci!”.

 

Cristina Scevola

Autore: Cristina Scevola

Laureata in Scienze per la Comunicazione Internazionale con una tesi su Mtv Italia, sono una grande appassionata di cultura, spettacolo e sport. Amo scrivere e questa passione mi ha accompagnata fin dalla più tenera età.

Emanuele Liberale, a tu per tu con il pallavolista dell’A.s.d. Seven ultima modifica: 2019-08-08T07:58:09+02:00 da Cristina Scevola

Commenti

To Top