CIBO

Gnocchi, un piatto tradizionale del giovedì (e non solo)

Gnocchi

Gli gnocchi sono senza alcun dubbio un primo delizioso e che fa parte della nostra tradizione culinaria. E siccome oggi è giovedì, vi proponiamo la ricetta per realizzarli nella vostra cucina. Nei prossimi paragrafi scoprirete gli ingredienti e il procedimento da seguire.

Gnocchi

Gli gnocchi sono uno di quei primi piatti ampiamente diffusi anche nel territorio francofontese. Sono di facile realizzazione e prevedono l’utilizzo della patata. Per realizzarli, però, dovete munirvi di una forchetta, oppure, in alternativa della tavoletta di legno zigrinata, in modo da avere quel classico effetto striato. Sono buonissimi da mangiare sia con la salsa di pomodoro che con il ragù con carne di maiale, come lo cucinavano le nostre nonne.

Patate Gnocchi

L’ingrediente fondamentale è la patata

Gli gnocchi protagonisti…non solo a tavola

Sapevate che esiste un modo di dire che riguarda proprio questa tipologia di pasta? “Giovedì gnocchi, venerdì pesce e sabato trippa”: si tratta di un’espressione che risale al dopoguerra ed è romana. Gli gnocchi del giovedì rappresentavano quella sorta di piatto sostanzioso che permetteva di affrontare al meglio il menù del venerdì a base di pesce.

Gnocchi: ingredienti

Questi sono gli ingredienti necessari per i vostri gnocchi: patate (un chilo); un uovo; 300 grammi di farina; sale. Ovviamente, il quantitativo degli ingredienti varia a seconda della quantità di prodotto da servire ai vostri commensali.

Procedimento

Questo è invece il procedimento da seguire per realizzare i vostri gnocchi. Innanzitutto prendete le patate e lavatele con la buccia e poi mettetele in una pentola a bollire. Una volta pronte, le lasciamo diventare un po’ tiepide e poi togliamo la buccia servendovi di un coltello da cucina. Dopo, schiacciamole con lo schiacciapatate e mettiamole in una ciotola abbastanza capiente. A queste aggiungiamo l’uovo (intero) e un pizzico di sale. Iniziamo così a lavorare il nostro impasto. A questo va aggiunta, a poco a poco, la farina. Proseguiamo a lavorare il composto fino a quando questo non appare omogeneo e morbido. Creiamo dei panetti e uno alla volta iniziamo a lavorarli sulla spianatoia. Ricordatevi di infarinare il vostro piano di lavoro affinchè gli gnocchi non restino attaccati.

Pasta Gnocco Infarinato

gli gnocchi vanno infarinati per evitare che si attacchino

Lavorate i panetti fino a quando non diventano lisci. Servendovi delle mani, create dei cilindri e tagliateli in diversi pezzettini, creando degli gnocchi di circa un centimetro. Poi, per dare alla vostra pasta la classica striatura, utilizzate una forchetta o la tavoletta di legno zigrinata. Se invece volete dare agli gnocchi una forma arrotondata e liscia, fate scivolare ogni pezzettino di pasta sul ripiano infarinato e accompagnatelo con le dita, facendo una leggera pressione. Lasciateli riposare e poi cuoceteli. Quando li vedrete salire a galla, allora saranno pronti. Condite a vostro piacimento. E buon appetito!

I nostri consigli e suggerimenti

La tipologia di patata più adatta per gli gnocchi è quella a pasta bianca. Tuttavia, è anche possibile usare quella a pasta gialla; ricordatevi però di non impiegare le patate nuove e nemmeno quelle novelle. Bollite le patate con la buccia e poi sbucciatele mentre sono ancora calde: in questo modo la buccia verrà via con più facilità. Durante la fase di ebollizione, non bucate le patate: in questo modo, assorbiranno meno acqua. Per schiacciarle, invece, utilizzate il classico schiacciapatate.

Cristina Scevola

Autore: Cristina Scevola

Laureata in Scienze per la Comunicazione Internazionale con una tesi su Mtv Italia, sono una grande appassionata di cultura, spettacolo e sport. Amo scrivere e questa passione mi ha accompagnata fin dalla più tenera età.

Gnocchi, un piatto tradizionale del giovedì (e non solo) ultima modifica: 2020-01-09T08:44:27+01:00 da Cristina Scevola

Commenti

To Top