NATURA PAESAGGI

I cachi, alla scoperta di questi dolci frutti dell’autunno

Albero Di Cachi Lodi

I cachi sono un frutto coltivato e particolarmente apprezzato anche nel territorio francofontese. Nel nostro dialetto sono conosciuti con il nome di lodi. Ma sapevate che hanno davvero tante virtù, ma anche alcune controindicazioni? Nei prossimi paragrafi vi faremo scoprire tutto su questo prodotto.

I cachi: un po’ storia e qualche curiosità

Si tratta di un frutto tipico del periodo autunnale originario dell’Asia orientale. È uno dei più antichi, infatti, la sua coltivazione risale a due mila anni fa. I cinesi lo hanno chiamato l’albero delle sette virtù perché: fa ombra; fornisce dell’ottima legna da ardere; le sue foglie concimano il terreno in abbondanza; non viene attaccato dai parassiti; le foglie presentano dei colori decorativi; si tratta di un albero longevo; sui suoi rami gli uccelli trovano ampio spazio per fare i loro nidi.

Cachi Autunno Lodi

_Nel dialetto francofontese sono conosciute con il nome di ‘lodi’

Appartenente alla famiglia delle Ebenacee, riesce a raggiungere fino ai 15 metri di altezza. Per quanto riguarda i frutti, questi hanno un colore arancio vivo. In Italia le prime coltivazioni risalgono agli inizi del ‘900. Le maggiori coltivazioni si trovano soprattutto in Sicilia. Qui a Francofonte viene coltivato nelle campagne. Sono tanti i francofontesi che nel proprio appezzamento di terreno hanno un albero di lodi. Ovviamente, il prodotto, durante nel periodo autunnale è anche acquistabile presso i supermercati o nei venditori ambulanti di frutta.

Cachi: le proprietà

Centro grammi di cachi contengono circa 65 calorie e dunque sono piuttosto calorici. Sono ricchi soprattutto acqua e zuccheri; invece, hanno piccole quantità di proteine e grassi. Grazie alla loro altissima concentrazione di acqua, sono utili per reidratare l’organismo e per stimolare la diuresi. Sono una fonte naturale di Vitamina A e C. La prima serve a proteggere la vista e la pelle; mentre la seconda contribuisce a rafforzare il nostro sistema immunitario e dunque a prevenire i malanni che, con i primi freddi di stagione, non tardano a farsi sentire. Consumati a colazione permettono di affrontare la giornata con più vitalità, in quanto sono ottimi per contrastare la stanchezza fisica e mentale tipica di questo periodo. Ma non solo.

Lode Cachi

Cachi in fase di maturazione

I cachi sono ottimi anche per coloro che praticano attività sportiva, sia prima che dopo l’allenamento: prima forniscono energia; dopo danno ‘carburante’ al nostro organismo e ripristinano alcuni dei minerali persi. Inoltre, sono indicati per chi ha problemi legati alla gastrite o al reflusso gastroesofageo perché neutralizzano l’acidità dei succhi gastrici. La fibra insolubile presente in questo frutto è in grado di ridurre l’assorbimento del colesterolo. I cachi hanno potenti effetti regolatori sul nostro intestino. Tuttavia, bisogna fare la differenza tra quelli maturi e quelli acerbi: i primi sono ottimi in caso di stipsi; i secondi sono invece astringenti.

Le Controindicazioni

Essendo un frutto calorico, i cachi sono sconsigliati ai diabetici, a chi segue un regime dietetico e a chi ha problemi legati al sovrappeso o all’obesità. In tal caso, dovete fare attenzione alle quantità di prodotto che consumate. Inoltre, proprio a causa delle proprietà lassative di questo frutto, è sconsigliato a quanti soffrono di colite o di diarrea, poiché si può ulteriormente peggiorare la situazione.

Cristina Scevola

Autore: Cristina Scevola

Laureata in Scienze per la Comunicazione Internazionale con una tesi su Mtv Italia, sono una grande appassionata di cultura, spettacolo e sport. Amo scrivere e questa passione mi ha accompagnata fin dalla più tenera età.

I cachi, alla scoperta di questi dolci frutti dell’autunno ultima modifica: 2019-10-17T07:20:18+01:00 da Cristina Scevola

Commenti

To Top