I FRANCOFONTESI RACCONTANO FRANCOFONTE

itFrancofonte

INTERVISTE STORIE VALORI ED EMOZIONI

Il ministero del lettorato: l’esperienza del seminarista Ferrera

Ministero Del Lettorato Jack Ferrera

Lo scorso 31 maggio al seminarista Jack Ferrera è stato conferito il ministero del lettorato. Noi ci siamo fatti raccontare le emozioni della cerimonia.

Allora Jack, raccontaci come hai saputo dell’attribuzione del ministero del lettorato…

“Era sabato 16 maggio ed ero collegato su zoom per un incontro con i formatori del seminario insieme agli altri miei compagni. Stavamo discutendo sulle nuove sfide che la Chiesa deve affrontare, in particolare sui fatti successi in questi mesi, che hanno messo in discussione anche la fede. Al termine dell’incontro, il mio rettore ha dato come di solito i vari appuntamenti, aggiungendo che giorno 31 Maggio in occasione della solennità di Pentecoste, avrei ricevuto dal vescovo il ministero del lettorato”.

Ministero del Lettorato Jack
Il seminarista Jack Ferrera

Spiegaci nel dettaglio la figura del lettore per la Chiesa…

“Il lettore, è colui che nella Chiesa Cattolica, riceve l’incarico di proclamare la Parola di Dio; da questo ministero, il lettore ha il compito di evangelizzare, educare alla vita sacramentale e dedicarsi alla catechesi. Anticamente, lettorato ed accolitato erano detti “ordini minori”, Paolo vi li istituì come “ministeri laicali”, perché possono essere svolti da qualunque fedele (debitamente formato); è chiaro che nel cammino di seminario, questo ministero ha uno spessore differente”.

Quali sensazioni hai provato durante la cerimonia di conferimento del ministero del lettorato?

Difficile da spiegare; avevo il cuore pieno di gioia per la fiducia che Gesù e la Madre Chiesa (attraverso le mani del mio vescovo) riponevano nei miei confronti, ma al tempo stesso mi sentivo indegno, perché non mi sento all’altezza del compito alla quale sono chiamato. Poi mi sono ricordato che lo Spirito soffia dove vuole e sceglie chi vuole, e nel momento in cui il vescovo mi ha benedetto, lì mi sono abbandonato nelle mani di Dio. Anche se è stato difficile trattenere le lacrime”.

Ministero del Lettorato Jack e famiglia
Il seminarista Ferrera insieme alla sua famiglia

E i tuoi parenti, che ti sono stati vicini in quel momento, come hanno reagito?

“A causa del coronavirus non ho potuto invitare parenti e amici, ma tutti mi sono stati vicini chiamandomi continuamente e partecipando attraverso la diretta streaming. È stata una grande emozione aver ricevuto anche gli auguri da parte del sindaco e dell’amministrazione comunale. Colgo l’occasione per ringraziare tutti coloro che mi sono stati vicini, dimostrandomi il loro affetto e la loro vicinanza. Vi porto tutti nelle mie povere preghiere”.

Quanto è importante per te l’attribuzione ufficiale di questo ministero?

“Essendo un ministero laicale, già da prima proclamavo la Parola di Dio ed ero catechista. Adesso sono chiamato a vedere questo compito sotto una luce diversa. Come ho detto prima, con questo ministero, sono chiamato a evangelizzare e a portare Cristo a tutti gli uomini e in qualunque circostanza, anche se questo comporta la derisione, l’incomprensione e l’andare controcorrente. Sono testimone di una buona notizia (in greco Vangelo), e una bella notizia non può essere tenuta nel segreto o si deve dire a bassa voce. La buona notizia che devo dire a tutti è che Dio è Padre e ama tutti i suoi figli, a tal punto che ha mandato il Suo unico Figlio per salvarci dalla morte e dalla tristezza”.

Ferrera Vescovo
Il seminarista Ferrera insieme al vescovo di Noto Antonio Staglianò

Come pensi che possa influire nel tuo cammino spirituale?

“Mi tocca studiare e approfondire ancora di più il mistero di Dio. La bellezza dello studiare teologia è che attraverso i vari corsi, si aprono un’infinità di strade che ti spingono a ricercare la Verità. Porsi le domande non è sbagliato, l’importante è dare risposta a queste domande; il confronto, il dialogo e anche gli stessi dibattiti, sono fondamentali per una buona crescita intellettuale e spirituale”.

Il ministero del lettorato: l’esperienza del seminarista Ferrera ultima modifica: 2020-07-03T08:32:28+02:00 da Cristina Scevola
To Top