I FRANCOFONTESI RACCONTANO FRANCOFONTE

itFrancofonte

EVENTI

La Madonna della Neve esposta fino al 31 maggio

Madonna Della Neve Esposta In Chiesa Madre

La Madonna della Neve, Santa Patrona di Francofonte, torna di nuovo a essere esposta ai fedeli. Rivederla è sempre un’emozione unica e incredibile.            

La Madonna della Neve esposta: la data di apertura ai fedeli

La cappella della Madonna della Neve è stata aperta al termine della messa di domenica 17 maggio. L’evento, tanto atteso da tutti i fedeli, è stato trasmesso in diretta Facebook a causa delle restrizioni legate al Covid-19. Tutto il popolo, unito nella preghiera, ha potuto così vivere l’emozione di rivedere la Santa Patrona, Madre di tutti i francofontesi. L’apertura è avvenuta con una settimana di anticipo, in concomitanza con la ripresa delle celebrazioni eucaristiche in presenza dei fedeli.

Madonna Della Neve Esposta Icona
La Madonna resterà esposta fino al 31 maggio

La Madonna della Neve esposta: quando poter avere accesso alla Chiesa Madre?

Per poter rivolgere le proprie preghiere alla Madonna della Neve, bisogna rispettare degli orari (nella fattispecie quelli legate alle sante messe in chiesa Madre). Tutte le sere, si svolgerà una celebrazione eucaristica alle ore 19.00; mentre, la domenica si svolgeranno 3 messe: una sarà di mattina, alle ore 10.30. Le altre due messe si terranno nel pomeriggio, rispettivamente alle ore 17.00 e alle ore 19.00. All’interno della chiesa può accedere un numero ristretto di persone, sempre a causa delle restrizioni legate al Coronavirus. La Madonna della Neve sarà esposta fino al 31 maggio. Oggi, nella giornata in cui si celebra Santa Rita, le celebrazioni eucaristiche si terranno alle ore 10.30, 17.00 e 19.00. Per poterla rivedere nuovamente, bisognerà attendere la festa in suo onore.

La Madonna della Neve per i francofontesi

Il culto della Madonna della Neve riprende la presenza dell’icona della stessa nella basilica di Santa Maria Maggiore in Roma. Nella notte tra il 4 e il 5 agosto (IV secolo), sul monte Esquilino, in maniera prodigiosa, cadde la neve. Da questo evento nasce l’idea di costruire una chiesa dedicata alla Madonna. Da Roma il culto si è diffuso e, a tal proposito, anche noi ne siamo una testimonianza. Il 2019 è stato il quarto centenario della proclamazione della Madonna della Neve, Patrona di Francofonte. I feteggiamenti sono, ogni volta, la dimostrazione di quanto possa essere forte la devozione dei francofontesi. La festa rappresenta il culmine dell’amore che i fedeli hanno nei riguardi della ‘Mamma’ e alla quale rivolgono tutte le loro preghiere.

Maggio, il mese dedicato alla Madonna

Il mese che stiamo vivendo, maggio, è dedicato alla Madonna. Il legame tra i fiori e Maria sembra risalire addirittura al XIII secolo, quando Alfonso X, re di Castiglia e Leon, la celebra come la ‘rosa delle rose, fiore dei fiori’. Per quanto riguarda invece le pratiche devozionali legate al mese di maggio, queste si fanno risalire al XVI secolo. San Filippo Neri ricordava di circondare l’immagine della Madre utilizzando dei fiori.

Madonna Della Neve Festa
La Madonna della Neve in chiesa Madre

L’indicazione vera e propria di maggio come mese della Madonna si deve a padre Annibale Dionisi, religioso gesuita vissuto tra il 1679 e il 1754. A quanto pare, nel 1725, pubblica un testo, dove consacra maggio come mese dedicato alla Madonna.  Per ciò che concerne la storia recente, il papa Paolo VI pubblica. l’enciclica Mense Maio. il 29 aprile 1965. Ed è proprio in questo testo che si parla della devozione a Maria nel mese di maggio. In particolare, invita i fedeli a supplicare Maria in questo mese.

La Madonna della Neve esposta fino al 31 maggio ultima modifica: 2020-05-22T06:02:20+02:00 da Cristina Scevola
To Top