CULTURA EVENTI

La questione ecologica: quattro appuntamenti per ‘capire il mondo’

Questione Ecologica

La questione ecologica sarà al centro dei quattro incontri previsti dal progetto Anteo, che torna quest’anno con la seconda edizione. Gli appuntamenti si terranno a partire dal mese di novembre e si concluderanno a febbraio 2020.

La questione ecologica: i temi e le date dei quattro appuntamenti

Il primo incontro è fissato per venerdì 15 novembre e affronterà l’aspetto storico. A parlarne sarà lo storico Paolo Dinaro, che affronterà il tema dell”Industrializzazione in Sicilia (Genesi e Sviluppo)’. Nel secondo appuntamento del 20 dicembre, invece, si parlerà dell’aspetto giuridico con l’avvocato Valentina La Rocca. Il legale parlerà della ‘Tutela ambientale e sviluppo economico (Prospettive e Normative)’. Nel corso del terzo appuntamento del 31 gennaio 2020, si affronterà l’aspetto biblico. Padre Luca Gallina affronterà il tema de ‘Il senso cristiano dell’ecologia- la custodia della Casa Comune’. L’ultimo appuntamento si terrà il 28 febbraio 2020 e affronterà l’aspetto etico della questione ecologica. Il professor Nuccio Randone parlerà del tema ‘”Liberare la Terra” (L. Boff) per un’etica ambientalista’. Tutti gli appuntamenti si terranno alle ore 18.30 presso l’ex chiesa di San Cristoforo.

Terra Natura

Il primo incontro si terrà venerdì 15 novembre

Abbiamo rivolto alcune domande al direttore del progetto ‘Anteo’, il prof. Nuccio Randone. Eccovi la nostra intervista…

Da cosa nasce il progetto Anteo?

“Il progetto Anteo nasce come tentativo di cogliere, capire e interpretare le grandi questioni di attualità. Non per dare delle risposte precostituite o ideologiche, ma suscitare domande e riflessioni e in tal modo superare apatia e indifferenza, caratteristica della società contemporanea da cui non è esente Francofonte”.

Quale tema affronterà la seconda edizione?

“La prima edizione ci ha visto riflettere sulla questioni dei migranti; mentre la seconda ci vedrà impegnati sulla questione ecologica. Questa sarà affrontata dal punto di vista storico, giuridico, biblico ed etico. L’obiettivo è quello di coglierne tutte le complessità e le diverse prospettive per il futuro. Non abbiamo ansia di prestazione, la parrocchia non è un partito politico che deve riempire le sale. Quello che proponiamo e organizziamo, coinvolgendo esperti e professionisti, lo facciamo come servizio alla cittadinanza di Francofonte; come alternativa a quella apatia di cui dicevo prima. E quindi di riuscire, attraverso questi incontri, a fare confrontare liberamente persone e idee”.

Come mai quest’anno la scelta è ricaduta sulla questione ecologica?

“La questione ecologica è oggi uno di quei problemi che ci porta ad una domanda fondamentale: verso dove andiamo? I vari movimenti hanno fatto prendere coscienza che non è più possibile la logica dello sfruttamento e dell’accanimento di pochi uomini nei confronti degli altri, degli animali e del pianeta terra; pena l’estinzione della specie vivente. C’è bisogno di una riconversione ecologica che porti al rispetto di tutti gli esseri viventi, e che veda soprattutto le specie terrestri convivere nell’unica casa comune, che è la madre terra. Il nostro pianeta merita di essere custodito e non maltrattato a causa di interessi economici e speculativi”.

Nuvola

L’ultimo incontro si terrà a febbraio del 2020.

Quanto ci tocca da vicino la questione ecologica?

“Anche a Francofonte, purtroppo, i casi di morti per tumore sono troppi per una cittadina di 12 mila abitanti. Noi subiamo l’inquinamento della zona industiale di Augusta-Priolo-Siracusa, oltre al problema della qualità del cibo. Ricordo che quella zona è stata segnalata alle autorità competenti per ‘inquinamento colposo’ da parte delle raffinerie di quel triangolo della morte. Dunque, ‘la questione ecologica’ è un tema che ci dovrebbe far riflettere per poi magari, tutti insieme, adottare iniziative comunitarie.

Qualche anticipazione sugli incontri?

“Gli incontri saranno in totale quattro. Il primo vedrà la relazione del dottor Paolo Dinaro, storico, sul processo di industrializzazione in Sicilia. Ci parlerà di quelle industrie e raffinerie che, “forse”, hanno deturbato e inquinato la nostra Sicilia”.

Cristina Scevola

Autore: Cristina Scevola

Laureata in Scienze per la Comunicazione Internazionale con una tesi su Mtv Italia, sono una grande appassionata di cultura, spettacolo e sport. Amo scrivere e questa passione mi ha accompagnata fin dalla più tenera età.

La questione ecologica: quattro appuntamenti per ‘capire il mondo’ ultima modifica: 2019-11-07T08:15:45+01:00 da Cristina Scevola

Commenti

To Top