I FRANCOFONTESI RACCONTANO FRANCOFONTE

itFrancofonte

INTERVISTE SCUOLA

“Vita universitaria e Coronavirus”: Giuseppe Intruglio

Università Covid19

Il Coronavirus ha stravolto anche scuola e la vita universitaria. A questo proposito, siamo tornati a intervistare lo studente francofontese Giuseppe Intruglio per capire cosa è cambiato dallo scoppio della pandemia a oggi in quanto a lezioni. Giuseppe frequenta l’Istituto Superiore di Scienze Religiose ‘San Metodio’ a Siracusa.

Allora Giuseppe, come è organizzata la tua vita universitaria?

“La mia vita da studente è molto monotona. Essendo sempre a casa, non si può uscire. E dunque non mi posso recare nelle librerie per approfondire gli argomenti o nelle biblioteche per approfondire le materie. La mattina studio, e nel pomeriggio seguo le lezioni online e in questo modo trascorrono le ore della giornata”.

Come si svolgono le lezioni?

“Le lezioni da me si svolgono regolarmente, come quelle normali in aula; ma con la differenza che si svolgono attraverso il web. Nel pomeriggio, a partire dalle 16, partiamo con le lezioni online. Ci colleghiamo una quindicina di minuti circa nella piattaforma che si usa per i corsi online e parte la lezione. Stessi orari delle lezioni in aula a Siracusa in facoltà”.

Università Scuole Chiuse

Immagine di repertorio

Durante le lezioni, hai modo di interagire con compagni e docenti?

“La qualità delle lezioni online è abbastanza alta, anche perché possiamo interagire non solo tra noi studenti, ma anche con gli stessi docenti. Possiamo interagire sia attraverso i microfoni che per iscritto nella stessa chat di gruppo”.

Per quanto riguarda gli esami, quale metodologia si sta seguendo?

“Ancora per gli esami non c’è niente di certo. Non è stata fatta nessuna comunicazione ufficiale. Probabilmente si terranno online, come del resto stanno facendo tutte le altre facoltà; fermo restando cambiamenti. E spero che cambi questa situazione anche perché il contatto con il docente, durante gli esami, è importante”.

Cosa è cambiato nella tua metodologia di studio?

“Non è cambiato il mio metodo di studio. Anche perché la mattina avrei studiato lo stesso e di pomeriggio avrei seguito le lezioni in istituto. L’unica cosa che è cambiata è il fatto di restare a casa, in pantofole, e c’è un po’ di comodità. In questo caso, non devo ritornare a casa e affrontare così il viaggio di ritorno dopo un pomeriggio intenso di lezioni in aula”.

Quali sono i vantaggi e gli svantaggi delle lezioni online?

“Secondo me lo studio online ha i suoi pro e i suoi contro. La cosa positiva è che permette di non rimanere indietro, di rimanere al passo con le lezioni e di creare una classe digitale, tale e quale a quella fisica. L’aspetto negativo è la perdita del contatto umano con colleghi e docenti”.

Cosa ti manca della tua vita universitaria?

“Della mia vita mi manca tutto. Anche lo stesso tragitto in auto che affronto con la mia amica Giulia. Mi mancano le chiacchierate con lei. Mi manca il fatto di incontrare i colleghi, perché all’università sono nate delle amicizie. Ma anche con le conoscenze stesse…manca il piacere di scambiare due chiacchiere. Mi mancano le lezioni e gli stessi docenti e le passeggiate a Ortigia dopo le lezioni”.

Gente Scuola

Giuseppe Intruglio insieme a due colleghe

Non solo la vita universitaria, ma anche la quotidianità è stata stravolta. Tu, personalmente, come vivi questa pandemia?

“Questa emergenza purtroppo costringe a stare lontani dagli affetti più cari. E questa cosa, non essendoci abituato, è molto dolorosa. Spero che questa emergenza possa essere risolta al più presto così da ritornare alla normalità e soprattutto tornare a riabbracciare i propri cari”.

Secondo te, cosa cambierà dopo questa emergenza Coronavirus?

“Dopo questa pandemia cambieranno molte cose, in primis i valori della gente. Si dava tutto per scontato: dall’abbraccio, all’incontrarsi con l’amico il sabato sera. Dall’uscire o andare in chiesa. Davamo tutto per scontato, come se tutto ci era dovuto e tutto sarebbe stato a nostro favore. Questa situazione ci deve far capire che dobbiamo assaporare veramente il valore delle cose. Oggi le abbiamo…domani non si sa. Capiremo meglio non solo il valore delle cose, ma anche delle persone. Durante questa pandemia, siamo costretti a stare dalle persone care”.

“Vita universitaria e Coronavirus”: Giuseppe Intruglio ultima modifica: 2020-04-27T08:29:01+02:00 da Cristina Scevola

Commenti

Commenti
To Top