I FRANCOFONTESI RACCONTANO FRANCOFONTE

itFrancofonte

NATURA

Le zucche, riconoscere e gustare queste bontà d’autunno

Le Zucche

Tra i prodotti tipici del periodo autunnale ci sono le zucche. Squisite e allo stesso tempo light, sono molto apprezzate per la loro versatilità. Oggi vi facciamo scoprire un po’ di notizie.

Le zucche: un dono autunnale della terra

Senza alcun dubbio, si tratta di un prodotto molto apprezzato che la nostra terra ci dona. Le zucche, infatti, spesso e volentieri vengono coltivate anche nelle nostre campagne francofontesi proprio perchè sono davvero amate. Oltre ad essere coltivate nei nostri territori, è facile reperirle nei reparti di ortofrutticola oppure anche tra i venditori agli angoli delle strade. Spesso capita di vederne anche delle versioni ‘già pronte’ in vendita nei supermercati. Ma in questo caso, potete gustare sì una zucca già pronta, ma non avrete mai lo stesso sapore di quella che preparerete voi. Ovviamente si tratta di un prodotto creato ad hoc per conservarsi più a lungo, ma che (purtroppo), sul gusto c’è molto da dire.

Zucca Autunnale
Zucca

Le zucche in cucina

Le zucche sono spesso utilizzate in cucina per realizzare delle pietanze ricche di sapore. Potete, per esempio, cucinare delle vellutate e per rendere il sapore un po’ più deciso, potete aggiungere del peperoncino rosso. O ancora, per quanto riguarda i primi potete cucinare del buonissimo riso con la zucca; oppure degli gnocchi. Come contorno, potete servire una deliziosa zucca gratinata. Diventa ottima per realizzare delle torte (dolci o salate), cheesecake o ancora delle frittelle. Insomma, non vi resta che mettervi tra i fornelli.

Come fare per riconoscere una zucca matura?

Quando ci troviamo di fronte a una zucca e non sappiamo se è pronta per essere gustata o meno, è possibile utilizzare qualche trucco. Innanzitutto, all’occhio si presenta soda e con le foglie ingiallite. Il picciolo, invece, appare secco. Poi, possiamo provare anche un’altra opzione: ovvero, vi basterà semplicemente ‘bussare’ sulla zucca. Se è ‘vuota’, allora è pronta per essere tagliata e gustata.

Le Zucche Ottobre
Immagine di repertorio

Le zucche: come conservarle?

Quando si parla di zucca, bisogna anche parlare di metodi di conservazione. Infatti, bisogna scegliere un luogo ombreggiato e non freddo, affinchè si possa conservare quanto più a lungo possibile una volta raccolta. Inoltre, ricordate di far ventilare il posto che scegliete dove riporre la vostra zucca, in modo da evitare che marcisca. Tuttavia, una volta tagliata, va consumata entro un paio di giorni. Potete metterla in frigorifero e coprirla con della pellicola. In alternativa potete congelarla (cruda o cotta).

Curiosità

Sapevate che esistono zucche di forma e colori diversi? Non la troviamo solo di colore arancione, ma ne esistono anche di colore gialla, verde o a strisce. Anche per quanto riguarda la forma, questa varia da liscia o a forma di cipolla o di pera. Viene utilizzata anche nel mondo della cosmetica per realizzare delle maschere per il viso. Infine (ma questo è un fatto noto), la zucca è il simbolo per eccellenza di Halloween. In origine, veniva utilizzata la rapa; solo in seguito venne sostituita dalla zucca. La lampada costruita con la zucca, secondo la tradizione, serve a tenere lontani gli spiriti maligni.

Le zucche, riconoscere e gustare queste bontà d’autunno ultima modifica: 2020-10-23T08:12:05+02:00 da Cristina Scevola
To Top