INTERVISTE

Maria Fasolo, l’amore per la creatività non conosce limiti

Poetessa Maria Fasolo

L’amore per la creatività e la scrittura non conosce limiti di età. Questo è il caso di Maria Fasolo, francofontese che ormai da anni vive lontano dalla sua terra d’origine. Autrice di scritti e poesie, vive la creatività a 360°. Noi l’abbiamo intervistata.

Maria ci racconti un po’ di lei…

“Sono nata il 22 gennaio 1947 a Francofonte, in via Alberto Mario. Nel 1977 ho conosciuto il mio attuale marito che lavorava in Svizzera, e più esattamente a Solothurn. A luglio del 1982 ci siamo sposati, con rito civile nel Comune di Bellach. Il nostro desiderio era l’aspettativa della pensione. Infatti, sognavamo di trasferirci in un piccolo centro di mare e goderci la meritata pensione. Il nostro sogno è diventato realtà nel 1992, quando abbiamo comprato un appartamento a Tortoreto Lido, in Abruzzo”.

Maria Fasolo

Maria Fasolo ha scritto anche scenette teatrali

Cosa la ispira quando compone le sue poesie?

“Il sole, il mare, le passeggiate in bicicletta, il contatto diretto con la natura. Ogni minimo particolare, come il rumore del mare, i bei tramonti settembrini, o la spiaggia ricamata dal vento mi affascinava al punto da mettere tutte queste emozioni su carta”.

Quando ha iniziato a scrivere?

“Da molti anni frequento l’associazione “Insieme”di cultura e volontariato. Nel 1999, la presidente mi ha invogliato a partecipare al premio nazionale “Anfiosso”a Giulianova. Ho partecipato con 50 righe di narrativa con il testo dal titolo ‘la mia migliore amica’. Sono arrivata finalista. C’erano più di cento partecipanti di tutta Italia. In seguito ho partecipato in vari concorsi della provincia in cui vivo. Nell’inverno del 2018  a Tenerife (Canarie) ho partecipato con 20 pagine di narrativa dal titolo ‘Quando l’amore è un’isola’, ricevendo una menzione speciale”. 

Ci parli dei suoi scritti…

“Ho iniziato a scrivere poesie in rima. Poi sono passata allo stile libero e poetico. Ho scritto poesie d’amore ricevendo riconoscimenti. Nel 2005 ho pubblicato una raccolta e nel 2014 ho pubblicato tre racconti dal titolo “il piacere di scrivere” nel 2015, una raccolta con il titolo “ poesie voci dell’anima”, nel 2017 “Sugnannu la Sicilia” in vernacolo con traduzione a fronte. Nel 2002 ho scritto il duetto “le fatiche del contadino”, apprezzata dal dottore Lera e messa in scena al kursal di Giulianova. Inoltre ho scritto anche delle scene teatrali. Nel 2017 ho composto il duetto ‘il pollaio della felicità’ e con immenso piacere sono stata invitata a recitare al Museo delle Armi a Martinsicuro. Nessuno puó togliermi  l’amore che nutro per la mia Sicilia, ho tradotto tutte le mie opere teatrali in vernacolo”.

Dunque Maria, sappiamo del suo amore per la sua scrittura. Ma ha altri hobbies?

“Creo bigiotteria, borse con varie filati e stoffe. La creatività è una delle mie grandi passioni, mi diverto a riciclare alcuni materiali, e dare vita a oggetti sfruttando la mia fantasia. Ho la passione per il ballo; di recente con il gruppo del comune di Tortoreto, durante il soggiorno termale a Boario, io e mio marito abbiamo vinto il trofeo di gara da ballo del migliore punteggio”.

Insieme Al Marito

Maria Fasolo ha scritto poesie in vernacolo

Infine Maria, cosa rappresentano per lei le sue opere?

“I miei versi sono fiumi di parole che salgono dal profondo dell’essere, fisico e spirituale. Spesso sono una valvola di sfogo che fa sentire i suoi effetti in tutte le tonalità e, in primo luogo gridano ‘amore’ in tutte le sue forme. Per me scrivere è come il pane quotidiano:mi aiuta a vivere serena, appagata, allontana le ansie e abbellisce la mia anima. Ringrazio Dio per avermi dato queste qualità che riempiono di emozioni e gioia la mia vita, e anche quella di chi mi sta vicino”.

Cristina Scevola

Autore: Cristina Scevola

Laureata in Scienze per la Comunicazione Internazionale con una tesi su Mtv Italia, sono una grande appassionata di cultura, spettacolo e sport. Amo scrivere e questa passione mi ha accompagnata fin dalla più tenera età.

Maria Fasolo, l’amore per la creatività non conosce limiti ultima modifica: 2019-10-22T08:42:59+01:00 da Cristina Scevola

Commenti

To Top