itFrancofonte

INTERVISTE

Matteo e Giuseppe e la passione per Francofonte

Matteo E Giuseppe

Matteo Montalto e Giuseppe Intruglio hanno ricevuto delle targhe per il loro impegno a sostegno di Francofonte attraverso la cultura nel corso della serata “A Passanitu sutta li stiddi…parramu di Francufonti e di la so Patrona” . La manifestazione è stata organizzata dall’associazione Comu na vota e la chiesa Santa Maria di Soleto in Passaneto, con il patrocinio del Comune di Francofonte.

Allora Matteo e Giuseppe, in che modo vi siete conosciuti?

Matteo: “Sui social. Dopo l’articolo su itFrancofonte, Giuseppe mi ha contattato su Facebook raccontandomi che anche lui condivide la mia stessa passione. Ci siamo scambiati materiale e si è creato un rapporto reciproco di condivisione per migliorare i nostri lavori. Poi ci siamo incontrati quando sono arrivato in Sicilia”.

Giuseppe: “Ci siamo conosciuti a febbraio dopo l’uscita dell’articolo. Ci siamo scritti scambiandoci delle opinioni e da lì abbiamo intensificato i nostri contatti. Tra l’altro è stato uno dei pochissimi ad aver letto la mia tesi di laurea in anticipo. E poi, il 3 agosto, ci siamo incontrati di presenza”.

Cosa vi accomuna?

Matteo: “Sicuramente ci sono diversi elementi che ci hanno accomunato. Prima di tutto l’amore e la passione per Francofonte. In secondo luogo, la giovane età, anche perché approcciarsi con un coetaneo è diverso. Solitamente, chi si approccia a questo genere di studio è più maturo. Poi ancora, un altro punto in comune è lo spirito di condivisione”.

Giuseppe: “Ci ha accomunato l’amore per Francofonte; lo studio, la ricerca e la raccolta di materiali riguardanti il nostro paese. E poi il fatto di vivere lontano dal nostro paese. Nonostante la distanza, siamo molto legati al nostro paese”.

Matteo E Giuseppe Serata Premiazione
Un momento della serata

Cosa rappresenta per voi Francofonte?

Matteo: “Sicuramente è il luogo dove sono racchiuse le mie radici. Anche se vivo a Roma, la mia famiglia proviene da Francofonte. E studiandone la sua storia e i suoi personaggi è anche un modo per analizzare se stessi e il proprio albero genealogico. Infatti, sto proseguendo ancora a lavorare in modo da dare un contributo alla società francofontese e migliorare me stesso. Francofonte, come ogni paese, ha i suoi pregi e i suoi difetti. E credo che una cosa importante sia si esaltare ciò che è degno di lode e di analizzare ciò che è possibile migliorare attuando una critica costruttiva. Dentro di me c’è un qualcosa dentro che mi spinge a proseguire in questo lavoro. Provo un amore immenso per Francofonte”.

Giuseppe: “Per me Francofonte racchiude la mia infanzia. Sono infiniti i ricordi legati al mio paese: le feste della Madonna della Neve, il Natale. E di conseguenza li ricollego anche a tutti i ricordi legati alla mia famiglia. Grazie ai racconti di mia nonna Maria, mi sono appassionato a Francofonte. Lei era del 1921 e quindi ha vissuto la guerra ed è stata lei a raccontarmi tantissime storie legate al paese. Se ho questa passione, lo devo anche a lei. E ribadisco ciò che ha detto Matteo: Francofonte, come tutti gli altri paesi, ha i suoi problemi. Ma riesco a vedere al di là dei problemi che possono coinvolgere il territorio”.

Come è stato sapere della premiazione?

Matteo: “Sicuramente è stata una bellissima iniziativa voluta dall’associazione Comu na vota, dalla chiesa Santa Maria di Soleto, dall’Amministrazione. Ed è stato un modo straordinario per poter discutere dei nostri lavori. Nel mio caso è stato particolarmente bello parlare sia del libro del 2015 che del progetto che sto portando avanti. Per me è stato importante creare interazione con il pubblico facendo degli indovinelli attraverso la proiezione di immagini e raccontando le storie legate a questi luoghi e personaggi. Ritengo che si sia trattata di una splendida serata che ha messo in risalto due giovani che stanno cercando di portare avanti il loro lavoro”.

Giuseppe: “Di certo, è stata una gioia inaspettata. Sapevo della serata che avrebbe coinvolto Matteo, in quanto me ne aveva parlato da mesi. Fino a quando, un pomeriggio, padre Michele mi ha dato la bella notizia che ci sarei stato anche io la sera del 6 insieme a Matteo per parlare della mia tesi. Al termine della serata, il sindaco di Francofonte, ci ha omaggiato consegnandoci delle targhe a me e a Matteo per il nostro impegno a sostegno del territorio”.

Matteo E Giuseppe Premiazione Sindaco Terzo
Da sinistra verso destra: Nino Terzo, Matteo Montalto, il sindaco Daniele Lentini e Giuseppe Intruglio

Infine, Matteo e Giuseppe, chi volete ringraziare?

Matteo: “Sono diverse le persone da ringraziare. L’associazione Comu na vota e la chiesa Santa Maria di Soleto in Passaneto per aver reso possibile questa serata; il sindaco Lentini; l’amministrazione; la Pro Loco nella figura di Peppe D’Amato; il relatore della serata, il dott. Antonino Terzo che mi sta seguendo nella realizzazione del mio lavoro; la signora Seminara. Ultimi, ma non ultimi in ordine di importanza, la mia famiglia e la mia fidanzata, venuta appositamente da Roma per la serata”.

Giuseppe: “Volevo ringraziare il sindaco Lentini per averci consegnato le targhe; gli assessori e la giunta; padre Michele e l’associazione Comu na vota; la Pro Loco; il dott. Nino Terzo. E poi ancora, padre Luca, la mia famiglia e quanti sono venuti quella serata a sostenermi”.

Matteo e Giuseppe e la passione per Francofonte ultima modifica: 2021-08-20T08:39:59+02:00 da Cristina Scevola

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Julieta B. Mollo

Bravi! Complimenti! 😃

Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x