LO SAPEVI CHE NATURA

Il melograno: proprietà e virtù dell'”oro rosso”

Dieta Frutti Di Stagione Pere Lamponi Melograno E Fichi D India Oltre Uva Mele Kiwi In Autunno

Frutto autunnale amato, il melograno è molto apprezzato e coltivato anche nella nostra Francofonte. Noi vi raccontiamo la sua storia, spiegandovi il melograno dal punto di vista botanico, e poi vi forniremo una ricetta sfiziosa.

Cenni storici e descrizione botanica

Appartenente alla famiglia delle Punicaceae, il Melograno, il cui nome botanico è “Punica Granatum”, ha origini asiatiche ma, nell’arco dei diversi millenni si è adattato a tutte le tipologie di ambienti, estati calde e inverni mite, diffondendosi così dal Caucaso al nord-America , sino ad arrivare nella zona Mediterranea.

Melograno Fiore

Il melograno è un alberello con portamento cespuglioso, che può raggiungere i 5-6 metri di altezza e vivere anche oltre 100 anni. Le FOGLIE sono strette ed allungate, i FIORI sono di un color rosso vivo, la cui fioritura avviene a maggio. Il FRUTTO che matura a ottobre-novembre a seconda delle varietà, si chiama melagrana ( da noi meglio conosciuto come “ranàtu”) .

Ha forma rotonda o leggermente allungata con buccia molto dura e coriacea, divisa al suo interno in logge che accolgono i piccoli semi, avvolti da una mucillagine scarlatta, la polpa! Un tempo il succo veniva utilizzato per tingere i tessuti di ocra o per proteggere gli infissi di legno dai tarli. Citato anche da fonti letterarie antiche, tra cui la Bibbia e Omero, il melograno è da sempre il simbolo di fertilità e generosità. In epoca cristiana il succo simboleggiava il sangue dei martiri.

Proprietà del melograno

Il frutto del melograno spicca soprattutto per le sue qualità antiossidanti, essendo ricco di vitamina C e di numerosi fenoli, particolarmente attivi contro i radicali liberi. Da sottolineare l’abbondanza di acido punico (dal nome scientifico del melograno: Punica granatum), particolarmente efficace come inibitore del cancro al seno. Tornando alle vitamine, prima ancora di vitamina C è ricco di vitamina K, importante soprattutto per i bambini, seguita anche dalle vitamine del gruppo B e quelle A ed E.

Le proprietà attribuite a questo frutto sono: antiossidante, anticoagulante, astringente, gastroprotettivo, idratante, antimicrobico, antimicotico, antibatterico, vasoprotettore. Il Melograno è senza dubbio un antiossidante naturale che contrasta l’invecchiamento cellulare e aiuta a preservare il nostro organismo dalla degenerazione fisiologica del tempo.

1602 25

Come si mangia il melograno

Il miglior modo per preservare tutte le innumerevoli qualità di questo frutto è senz’altro quello di mangiarlo fresco. Se non si ha sufficiente pazienza per sgranocchiare i semi, si può dividere in due il frutto, e spremerlo come un arancia per ricavarne il succo. A seconda del grado di maturazione e della varietà, il sapore può andare dall’aspro al molto dolce.

Melograno in cucina: sfiziose ricette

Numerose sono le ricette, dei grandi chef, che utilizzano il nostrano frutto autunnale! Abbiamo scelto di presentare  un secondo piatto: STRISCETTE DI POLLO ALLA MELAGRANA.

Ecco gli ingredienti necessari per la realizzazione della ricetta:

  • PETTO DI POLLO
  • OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA
  • INSALATA MISTA
  • MELAGRANA
  • PEPE NERO
  • FARINA 00
  • SALE

Melograno 1 Ok 870x580

Striscette di pollo alla melagrana: procedimento

  • Pulire il petto di pollo, eliminando i pezzi di grasso;
  • Dividerlo in due parti;
  • Tagliare ciascuna parte in lunghe striscette;
  • Tagliare i melograni a metà, e sgranare accuratamente i chicchi;
  • Spremere i chicci e raccogliere il succo in una ciotola;
  • Lasciare una piccola parte di succo per sfumare il pollo in cottura, il resto versarlo all’interno della ciotola contenente le striscette di pollo, così da farlo macerare;
  • Lasciare le striscette di pollo per almeno 40 minuti in frigorifero;
  • Trascorso il tempo sopra indicato, scolare le striscette e infarinarle;
  • Scaldare l’olio e versare tutto in padella;
  • Aggiungere al contempo, il succo di melagrana rimasto, e lasciate sfumare;
  • Preparare un letto di insalata mista, su cui adagiare le striscette di pollo;
  • Aggiungere a piacimento, i chicci di melagrana interi;
Il melograno: proprietà e virtù dell'”oro rosso” ultima modifica: 2018-11-16T08:45:46+00:00 da Adelia Todaro

Commenti

To Top