I FRANCOFONTESI RACCONTANO FRANCOFONTE

itFrancofonte

TRADIZIONI USI E COSTUMI

Natale a Francofonte, tra tradizioni e tavole imbandite

Natale Tradizioni Tavole

Natale è sicuramente una delle feste più amate e più attese non solo a Francofonte. Le atmosfere magiche, uniche e irripetibili, regalano una immensa sensazione di allegria. Ma come vivono i francofontesi questa festa? E quali sono i piatti preferiti della tradizione?

Natale a Francofonte: la preparazione

Si comincia l‘8 dicembre: la consuetudine vuole che sia l’albero che il presepe vengano montati proprio nel giorno in cui si celebra l’Immacolata Concezione. C’è da dire che non tutti rispettano questa data e già iniziano ad addobbare casa giorni prima della fatidica data. Le case iniziano a vestirsi così dei colori del Natale. Anche i negozi si riempiono di oggetti e prodotti della festa. Dagli alberi, ai pupazzi, fino alle luci e ad addobbi di vario tipo; tutto in tema natalizio. E poi, immancabile, a partire dal pomeriggio, lungo alcune vie del paese riecheggia la musica della Ninnarò, suonata dalla banda di Francofonte. Un appuntamento fisso, per ricordare tutta la bellezza della Natività. Ci sono famiglie che la espongono all’esterno delle proprie abitazioni; mentre altre all’interno. Le Ninnarò, che restano montate fino all’Epifania, sono realizzate per promesse fatte a Dio, oppure per grazie ricevute.

Albero Di Natale

L’albero di Natale viene allestito, per tradizione, l’8 dicembre – fonte foto: pixabay

Natale a Francofonte: i giorni che precedono la festa

Durante i giorni che precedono la festa, i supermercati vengono presi d’assalto. Tutti a fare spesa per acquistare gli ingredienti e i prodotti che verranno utilizzati poi per i piatti natalizi. A dominare, tra gli scaffali, (oltre al colore rosso): gianduiotti; i famosi soldini di cioccolata; frutta secca; pandori e panettoni di tutti i gusti; spumante (secco o dolce). E poi l’immancabile torrone fatto in casa. Ovviamente, si tratta solo della parte più appetitosa della spesa.Inoltre, si corre ad acquistare il regalo giusto da donare. Ma diciamolo…il dono più bello è quello fatto con il cuore!

La vigilia di Natale

Già nel primo pomeriggio del 24 dicembre, vigilia di Natale, ci si mette ai fornelli per preparare la cena della sera. Uno dei prodotti che domina per le feste (e tutto l’anno) è la classicampanata francufuntisa, realizzata con: broccoli, ‘ancita’e spinaci. Poi vengono arricchite con salsiccia, pomodoro secco, formaggio e patate. Insieme alle pizze e alle scacciate sono ormai parte del nostro patrimonio culinario.

Panettone

Panettone o pandoro? La scelta è difficile – fonte foto: pixabay

Altre prelibatezze sono la salsiccia e la carne arrostita. Ci si ritrova tutti la sera del 24 per trascorrere una serata insieme e si attende lo scoccare della mezzanotte per lo scambio degli auguri e l’apertura dei regali. E per tutta la serata, oltre a cenare in compagnia…si gioca tutti insieme. Sono tanti i giochi da fare con le carte, come l’asso piglia tutto, la scopa, il sette e mezzo e il piattino. E poi c’è la tombola, momento fisso del Natale. C’è chi invece si sposta per recarsi alla messa, bellissima, di mezzanotte.

Natale

Il 25 dicembre, dopo la lunga notte, ci si sveglia un po’ più tardi. Ma di nuovo, c’è chi si mette in cucina per preparare pasta al forno, o lasagne o ancora salsiccia e sempre le gustose ‘mpanate. Si prepara di nuovo la tavola, e si ritorna, ancora una volta, a mangiare tutti insieme. C’è chi trascorre il pomeriggio a giocare ancora a carte o chi coglie l’occasione per andare da amici e parenti e porgere loro gli auguri.

Gli auguri di itFrancofonte

Il Natale è una festa da trascorrere con gli affetti più cari. Vi auguriamo tantissima serenità. A tutti voi che ci seguite, Buon Natale di vero cuore!

Natale a Francofonte, tra tradizioni e tavole imbandite ultima modifica: 2019-12-20T09:13:42+01:00 da Cristina Scevola

Commenti

To Top