CIBO

Paccheri alla Norma, la ricetta del cuoco francofontese Gregorio Guzzardi

42911031 1852723501430889 3047573995693015040 N

Per quanto riguarda i piatti della tradizione, oggi spazio ai primi. Vi faremo conoscere un classico della tradizione siciliana, molto apprezzato anche a Francofonte: la famosissima e buonissima Pasta alla Norma. Il 27enne chef francofontese Gregorio Guzzardi ci racconterà l’origine del piatto e ci proporrà una variante della ricetta, che prevede l’utilizzo dei paccheri. Il cuoco, cresciuto con la passione della cucina grazie al padre, ha avuto esperienze non solo in Italia, ma anche all’estero. Ha lavorato all’interno di importanti cucine di prestigio e in Francia ha affinato le sue tecniche di lavoro.

Pasta alla Norma… un po’ di storia

Salsa di pomodoro, melanzane e ricotta salata. Sono questi gli ingredienti fondamentali che caratterizzano la pasta alla Norma. Ma da cosa nasce questo nome? “Pare che ad attribuire il nome “Norma” alla ricetta sia stato il commediografo catanese Nino Martoglio – racconta lo chef -. Proprio davanti a un piatto di pasta condito con i tre ingredienti della tradizione, esclamò ‘Chista è ‘na vera Norma!’. Martoglio – prosegue ancora – facendo questo paragone, volle sottolineare la suprema bontà di questo piatto, facendo appunto riferimento al capolavoro di Vincenzo Bellini, ‘La Norma’”.

800px Catania Bw 2012 10 06 11 11 06

Il teatro Vincenzo Bellini di Catania. La struttura è intitolata al compositore catanese autore della Norma

Paccheri alla Norma: ingredienti e ricetta

Ma veniamo adesso alla ricetta dei gustosissimi paccheri alla Norma. A raccontarcela è ancora Guzzardi: “dunque, per quanto riguarda la ricetta, vi assicuro che il risultato sarà buonissimo e poi non è nemmeno così costosa da realizzare! Allora, per 120 grammi di paccheri, sono necessari circa 60 grammi di salsa, cipolla, mezza melanzana, ricotta salata, olio (quanto basta), sale e basilico”.

Aubergine Sharapova Seeds 28bottle Brinjal 29 500x500

Le melanzane, uno dei tre ingredienti fondamentali per i Paccheri alla Norma

Lo chef ci spiega il procedimento da seguire: “bisogna lavare con grande cura la melanzana e tagliarla per lungo. Poi questa va messa sotto sale per eliminare il liquido in eccesso e il sapore amarognolo, si asciuga e si frigge con l’olio extravergine di oliva. La frittura va eseguita rigorosamente con olio d’oliva e non con altri tipi di olio! Per le melanzane, invece, consiglio di usare quelle nere e lunghe”.

Lo chef francofontese continua ancora a illustrarci la ricetta. “Il sugo si prepara a parte, prima si soffrigge la cipolla nell’olio, poi si aggiungono i pomodori e le foglie di basilico, il sale e lo zucchero. Una volta cucinate melanzane e sugo, tocca adesso alla pasta. Una volta cotti, i paccheri vanno scolati. Ad essi si aggiungono prima la salsa e poi le melanzane. E alla fine, una bella spolverata di ricotta salata e delle foglie di basilico. Per quanto riguarda la ricotta salata, vi consiglio di utilizzare quella ragusana”.

43952329 240599883479327 1357728291426926592 N

E poi il tocco finale. “Per dare un tocco in più ai paccheri alla Norma – ci dice –, mi piace prendere la buccia della melanzana, tagliarla a julienne, friggerla e poi appoggiarla sulla pasta. Mi piace deliziare il palato di chi si accinge a gustare un piatto. Ogni giorno per me è una nuova sfida… nuovi piatti, nuove ricette e soprattutto tanto studio per i prodotti e le materie prime. La cucina non è solo pratica, ma è anche e soprattutto studio degli alimenti “: conclude lo chef.

Cristina Scevola

Autore: Cristina Scevola

Laureata in Scienze per la Comunicazione Internazionale con una tesi su Mtv Italia, sono una giornalista con la passione per la cultura, lo spettacolo e lo sport.

Paccheri alla Norma, la ricetta del cuoco francofontese Gregorio Guzzardi ultima modifica: 2018-10-15T11:49:41+00:00 da Cristina Scevola

Commenti

To Top