Matteo Pernagallo: "Nel calcio c'è sempre da imparare"

itFrancofonte

SPORT

Matteo Pernagallo, seguendo l’esempio di CR7: “Nel calcio c’è sempre da imparare”

Pernagallo 1

Oggi conosciamo più da vicino Matteo Pernagallo

Oggi spazio a Matteo Pernagallo, giovane difensore del Città di Francofonte. Come nostra consuetudine, gli abbiamo rivolto qualche domanda, invitandolo a parlarci del suo rapporto con il calcio, della sua carriera e della sua presenza all’interno della squadra verdearancio.

18 anni da poco compiuti (nato infatti l’11 gennaio 2001) Pernagallo, come detto, è uno dei difensori a disposizione della rosa di mister Gigi Chiavaro. Il suo ruolo, nello specifico, è quello di terzino sinistro. Indossa la maglia numero 3.

Pernagallo- Fazio - Mazzone

Matteo insieme a Daniele ‘Manicomio’ Fazio e Aurelio Mazzone

Gli idoli e la squadra del cuore

Perché ti piace il gioco del calcio?
“Il calcio mi piace perché è un gioco di squadra dove, per dirla con parole povere, l’Unione fa la forza!”.

Hai un idolo che prendi come modello di riferimento?
“Sì. Il mio idolo è Cristiano Ronaldo, ritengo che sia un giocatore mostruoso, che tende sempre a migliorarsi, però, per il ruolo che occupo io in campo, mi piace Alex Sandro”.

Da questo dobbiamo dedurre che nutri una certa simpatia per i colori bianconeri?
“Sì, esattamente, la mia squadra del cuore è proprio la Juventus!”.

Francofonte e le altre esperienze calcistiche

Quale responsabilità senti a indossare i colori del tuo paese?
“Per me è un onore indossare questa maglia ogni domenica, perché cerco sempre di dare soddisfazioni a questo paese, se lo merita. Giorno dopo giorno cerco sempre di migliorarmi e dare il mio contributo per cercare di aiutare la squadra a raggiungere i propri obiettivi”.

Oltre a vestire la maglia del Città di Francofonte, quali altri esperienze calcistiche hai avuto?
“Anche se sono ancora molto giovane, finora ho avuto tante esperienze. Ho giocato per un bel po’ di tempo con l’Atletico Francofonte, tre anni fa mi ha preso il Messina, anche se poi sono dovuto andare via a causa di alcuni problemi sorti. Con i peloritani ho partecipato alla Mongibello Cup a Torre del Grifo. Ho giocato anche con una rappresentativa del Siracusa, con la quale sono arrivato in finale contro il Palermo, partita nella quale ci siamo arresi solo dopo i calci di rigore. Ho fatto anche tanti provini, con il Palermo, la Reggina e il Catania. Adesso eccomi qui a Francofonte, onorato dal fatto di giocare per il mio paese e, ripeto, spero di migliorare costantemente, perché nel calcio c’è sempre da imparare”.

Pernagallo 3

Matteo insieme al compagno di squadra Salvo Scollo

Gli obiettivi 

Il fatto di dover cercare sempre di migliorarsi, Pernagallo sembra averlo preso come uno stile di vita, magari seguendo l’esempio del suo idolo, il sopracitato Cristiano Ronaldo. Noi gli auguriamo di migliorare il più possibile e di avere una carriera calcistica ricca di soddisfazioni e con la possibilità di raggiungere tutti gli obiettivi sperati.

Quali obiettivi vuoi raggiungere con la squadra?
“Gli obiettivi da raggiungere sono quelli di fare bene, di combattere partita dopo partita e ottenere la salvezza, per mantenere la categoria ed evitare la retrocessione. Tutto questo dobbiamo farlo per la nostra tifoseria, per la società e per il paese che rappresentiamo”.

Cosa ti ha dato il calcio in questi anni?
“Bella domanda! Che dire, il calcio in questi anni mi ha regalato emozioni e mi ha fatto conoscere tante persone, facendomi fare nuove amicizie”.

Matteo Pernagallo, seguendo l’esempio di CR7: “Nel calcio c’è sempre da imparare” ultima modifica: 2019-02-26T08:47:23+01:00 da Giuseppe Spina

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x