CHIESE EDIFICI STORICI

Ex monastero delle Benedettine e chiesa di Sant’Antonio da Padova, meraviglie da (ri)scoprire

Struttura

L'ex monastero Santa Rosa da Viterbo

20869,20706,20648,20228,19937,19636,19587,19582,17773

Vuoi aggiungere delle "Foto" a questa sezione? Aggiungi

Francofonte è ricca di bellezze e ha un vasto patrimonio architettonico. Negli articoli precedenti vi abbiamo fatto conoscere alcuni degli edifici religiosi noti ai francofontesi, ma anche a coloro che si accingono a visitare Francofonte.

Oggi, invece, vi faremo scoprire, attraverso l’aiuto di fonti storiche, l’ex monastero delle Benedettine e la chiesa di Sant’Antonio da Padova. Vi racconteremo la loro storia e la caratteristiche strutturali di questi edifici presenti all’interno del territorio francofontese.

L’ex monastero delle Benedettine: cenni storici

L’ex monastero delle Benedettine viene fondato nel 1532 da Don Ferdinando Moncada. Esso viene costruito proprio accanto a quanto sembra, pare abbia avuto una certa notorietà, a tal punto da essere considerato come uno dei più importanti monasteri intorno al XVI secolo. Secondo fonti, pare che il monastero, verso la fine del 1600 abbia addirittura ospitato circa 44 religiose.

Monastero delle Benedettine - parte della struttura

Il terremoto del 1693 danneggia gravemente la struttura

Purtroppo, il grave terremoto del 1693 che colpisce la Sicilia Orientale e che non risparmia nemmeno Francofonte, danneggia in modo grave l’edificio. E, di conseguenza, la struttura subisce dei lavori di ricostruzione, che prendono avvio nei primi anni del 1700 e terminano 32 anni più tardi, esattamente nel 1732.

Il Comune di Francofonte acquista il monastero nel 1866. Fino agli anni 20 del 1900 diventa la sede delle scuole elementari. Nel 1921, infatti, viene inaugurata la scuola sita in piazza Dante Alighieri (ora piazza Dante/Ville).

Nel 1925 nella struttura si insediano le suore Francescane, le quali che intitolano l’edificio a Santa Rosa da Viterbo, nome con il quale la struttura è conosciuta ancora oggi. In seguito ai lavori di ristrutturazione, eseguiti nel periodo compreso tra il 1968 e il 1971, a resistere dell’antico monastero, sono soltanto le mura esterne della facciata e dei lati ovest e sud.

La chiesa di Sant’Antonio da Padova: cenni storici

Per ciò che riguarda la chiesa, invece, essa, secondo fonti storiche,viene fondata il 13 giugno 1468 da don Giovanni Cruyllas. Le prime notizie documentate riguardanti la chiesa risalgono al 1490. A quanto sembra, pare che l’edificio di culto assuma, fin da subito, importanza non solo religiosa ma anche urbanistica. E proprio nella chiesa sono stati sepolti tre componenti della famiglia Gravina Cruyllas.

All’epoca, la festività di Sant’Antonio era davvero molto sentita tra i francofontesi. Per cui, Don Giovanni, pensò bene di creare addirittura una corsa di cavalli nel 1470.

Chiesa di Sant'Antonio da Padova - portale gotico -catalano

Il 1648 è l’anno di fondazione della Chiesa

A quanto sembra, la stessa chiesa però perde via via importanza dopo la fondazione del monastero. La chiesa ne esce indenne dal terremoto del 1693. Diventa, insieme al monastero, la sede della scuola elementare. Intorno al 1968 la stessa subisce dei lavori di ristrutturazione. Della chiesa sopravvive solamente il portale in stile gotico – catalano, salvato dalla demolizione grazie all’intervento del prof. Giovanni Marino.

Monastero delle Benedettine: caratteristiche strutturali

Per ciò che riguarda le caratteristiche strutturali del monastero, esso ha pianta rettangolare. L’ala sinistra comprende la torre campanaria. Sono presenti delle finestre chiuse da inferriate. Queste permettevano alle religiose presenti nel monastero di poter vedere all’esterno, senza però essere viste.

Chiesa di Sant’Antonio Abate: caratteristiche strutturali

La facciata della chiesa presenta dei conci arenari, nei quali è incastonato un portale ogivale. C’erano tra grandi finestre su ogni lato, mentre una più piccola era presente sulla facciata. All’interno  pare dovevano essere presenti almeno cinque altari.

Cristina Scevola

Autore: Cristina Scevola

Laureata in Scienze per la Comunicazione Internazionale con una tesi su Mtv Italia, sono una giornalista con la passione per la cultura, lo spettacolo e lo sport.

Ex monastero delle Benedettine e chiesa di Sant’Antonio da Padova, meraviglie da (ri)scoprire ultima modifica: 2019-02-08T12:09:03+02:00 da Cristina Scevola

Commenti

To Top