SPORT

Città di Francofonte. Sammatrice: “Quando indosso i guanti entro in un altro mondo!”

Sammatrice

Il portiere Sammatrice

Prosegue il nostro consueto appuntamento con i talenti del Città di Francofonte. Oggi è la volta di Damiano Sammatrice, che ha risposto alle nostre domande, parlando di sé e delle sue esperienze calcistiche. Nato l’8 marzo 1998 Sammatrice è uno dei giocatori della rosa a disposizione di mister Gigi Chiavaro.

La carriera di Damiano Sammatrice

Quando hai iniziato a giocare a calcio?

“Ho iniziato a giocare a calcio all età di quattro anni, con Nino Maceo allenatore, una persona che mi piace ricordare con tanto affetto”.

Il portiere Sammatrice in campo

Il portiere Damiano Sammatrice

Quali sono le squadre nelle quali hai militato finora?

“La mia prima squadra è stata la Yhadra. Al termine di questa mia prima e lunga esperienza, ho militato per quattro stagioni nell’Atletico Francofonte, e poi, a seguire, sono stato per un anno nel Città di Scordia, giocando nel campionato di Eccellenza. Quindio sono passato alla Sicula Leonzio, nella quale ho trascorso un anno con la juniores e sei mesi con la prima squadra, sempre in Eccellenza. Poi ho deciso di cambiare maglia e sono andato al Modica Calcio, mantenendo sempre la categoria delle mie precedenti esperienze. L’anno successivo mi è arrivata una chiamata inaspettata da parte dell’USD Camaro 1969. Ho accettato subito con entusiasmo e mi sono trasferito a Messina. Lì ho vinto il mio primo campionato di Promozione. Eravamo un bellissimo gruppo formato da persone fantastiche. L’anno dopo ho deciso di riavvicinarmi a casa e sono andato al Paternò, in Eccellenza. Nel dicembre 2017 sono passato allo Sporting Eubea in Promozione e adesso, per vari motivi, ho deciso di giocare per la squadra del mio paese”.

L’ arrivo al Città di Francofonte

Parliamo del tuo arrivo al Città di Francofonte: quando hai firmato con la società?

“Sono un neo arrivato, ho firmato lo scorso 1 dicembre”.

Sei felice di essere qui e di indossare proprio la maglia della squadra del tuo paese?

“Indossare questa maglia è qualcosa di veramente bello, soprattutto perché siamo un gruppo affiatato anche fuori dal campo, visto che ci conosciamo tutti bene. Non posso dimenticare la prima partita che disputata con il Città di Francofonte: appena uscito dagli spogliatoi per entrare in campo ho visto la tribuna piena, con gli ultras in festa, tutte bravissime persone che pensano solo a divertirsi e a incitare la propria squadra. Davvero un’emozione unica”.

Firma per il Città di Francofonte

Damiano Sammatrice: la firma con il Città di Francofonte

La responsabilità del ruolo del portiere

Che peso ha, per te, il ruolo del portiere in una squadra?

“Senza portieri il calcio non avrebbe senso. Il ruolo del portiere è molto particolare, se pari sei il più forte, se sbagli sei uno che fa le papere! Si tratta di un ruolo delicatissimo, che sin da piccolo ho amato, è difficile da spiegare quello che provo, posso dirti solo che appena metto quei guanti entro in un altro mondo. Ogni ruolo ha delle grosse responsabilità, ma forse il mio è un po più delicato rispetto agli altri”.

C’è una tua parata che ricordi in maniera particolare?

“La parata che più mi porto nel cuore è quella che ho fatto quando giocavo nel Camaro, nel derby contro il Città di Messina. Era, tra l’altro, anche uno scontro diretto”.

Quanto conta la disciplina per poter dare il meglio in campo?

“Il calcio è fatto di spogliatoio, gruppo, rispetto verso tutti e puntualità agli allenamenti. Il tutto condito con testa, cuore e gambe. Questo è tutto ciò che serve!”.

Città di Francofonte. Sammatrice: “Quando indosso i guanti entro in un altro mondo!” ultima modifica: 2018-12-26T10:57:42+00:00 da Giuseppe Spina

Commenti

To Top