I FRANCOFONTESI RACCONTANO FRANCOFONTE

itFrancofonte

CIBO CUCINA TRADIZIONALE

Spaghetti al ragù, un’idea per un pranzo tradizionale

Spaghetti Al Ragù

Gli spaghetti al ragù sono un’idea semplice, ma vincente. Una proposta in grado di mettere d’accordo tutti. Nei prossimi paragrafi vi diremo come prepararli.

Spaghetti al ragù

Sicuramente è un primo assai gustoso e tanto appetitoso. Un piatto tradizionale, ma al quale è difficile resistere. Sempre acclamati per la loro ricchezza di ingredienti e per il profumo stuzzicante, gli spaghetti al ragù sanno tanto di ricordi. Chissà quanti, tra voi, penserete alle vostre mamme impegnate a cucinare un ragù profumato la domenica mattina? Si tratta di una portata ampiamente diffusa da nord a sud dell’Italia, compreso il nostro caro paese. Gli spaghetti al ragù rappresentano la semplicità ma anche quel carattere unico che ci contraddistingue.

Spaghetti

Spaghetti

Spaghetti al ragù: ingredienti

Per realizzare la nostra ricetta saranno innanzitutto gli spaghetti (400 grammi circa). Per il ragù, invece, vi serviranno: 350 grammi di macinato di manzo; 150 grammi di macinato di maiale; 1 cipolla; 2 carote; 1 costa di sedano; vino rosso (1 bicchiere); passata di pomodoro (1 litro); olio; sale. E infine, del parmigiano grattugiato.

Spaghetti al ragù. Procedimento 1: cominciate col preparare il ragù…

Per quanto ciò che riguarda il procedimento da seguire, cominciate a preparare il ragù. Si tratta della parte più lunga della ricetta, perchè deva cucinare a lungo. Innanzitutto prendete il sedano e le carote. Lavate e tritale in modo fine insieme alla cipolla. Poi proseguite e prendete una casseruola, versate l’olio e fate scaldare. Aggiungete le verdure che avevate tritato in precedenza e fate soffriggere per qualche minuto senza scordarvi di mescolare (altrimenti si brucia tutto). Poi unite anche il macinato di manzo e di maiale e fate rosolare il tutto per qualche minuto a fuoco basso. Quando la carne risulterà asciutta, versate il vino rosso per sfumare. Non appena il vino sarà evaporato del tutto, non vi resta che aggiungere la passata di pomodoro e diluite con acqua. Proseguite aggiustando di sale e lasciando cucinare il ragù per circa 2 ore a fuoco bassissimo. Lasciate il coperchio leggermente alzato.

Pasta Spaghetti

Potete dare una nota piccante aggiungendo del peperoncino

Procedimento 2: e adesso cucinate gli spaghetti…

Nel frattempo, in una pentola, versate dell’acqua e un po’ di sale. Appena l’acqua inizia a bollire, aggiungete gli spaghetti e lasciateli cucinare. Una volta cotti al dente, scolateli.

Procedimento 3: l’ultima parte da seguire prima di servire

Quando i vostri spaghetti saranno scolati e il sugo sarà pronto, non vi resta che mettere la pasta nel ragù, mescolare il tutto e servire caldi. Spolverate la vostra pasta con una manciata di parmigiano grattugiato.

I nostri consigli e suggerimenti

Per quanto riguarda la presentazione del piatto, potete mettere del basilico che darà una nota di colore. Mentre, se invece siete amanti dei gusti piccanti, non vi resta che aggiungere del buon peperoncino. Non buttate via nulla se vi è avanzata della pasta. Infatti, potete utilizzare gli spaghetti per dare nuova vita agli avanzi. Potete, per esempio, metterli in padella con una spolverata di formaggio grattugiato. Oppure, un’altra alternativa gustosa è la variante al forno. Mettete gli spaghetti in una teglia, aggiungete della mozzarella o del provolone e del formaggio grattugiato. Scaldateli per qualche minuto per gustare una vera delizia.

Spaghetti al ragù, un’idea per un pranzo tradizionale ultima modifica: 2020-04-16T08:28:30+02:00 da Cristina Scevola
To Top