CONSIGLI UTILI

Tornare in forma con… la dieta mediterranea

Dieta Mediterranea

Gli ortaggi e la frutta della dieta mediterranea

Oggi vi parleremo della dieta mediterranea, patrimonio dell’Unesco, che ci permette di tornare in forma dopo le feste appena terminate.

La Dieta Mediterranea

La dieta mediterranea è un modello nutrizionale basato sul consumo di alimenti, di cui la nostra Terra è piena. Si tratta di un modello nutrizionale che si ispira all’alimentazione tipica dell’ Italia e della Grecia. Queste terre, che si affacciano sul bacino mediterraneo, condividono la stessa tipologia di alimenti derivanti dalla pesca, dall’agricoltura e dalla pastorizia.

L'alimentazione sana fa bene alla salute

Una sana alimentazione aiuta la salute

La dieta mediterranea è diffusa in quelle terre bagnate dal Mar Mediterraneo, dove vengono coltivati ulivi, che ci danno l’olio extravergine d’oliva (e.v.o.). Con dieta mediterranea non si intende solo un modo di mangiare, ma racchiude anche un insieme di conoscenze, abitudini sociali e tradizioni culturali appartenenti alle popolazioni che si affacciano nel Mare Nostrum quindi, è più corretto considerarlo come uno “Stile di Vita”.

Oltre a tale motivazione, bisogna anche pensare alle aspettative di vita più alte del mondo poichè, grazie a questo regime alimentare si tende a ridurre il rischio di patologie cardiovascolari.

Cosa consumare nella dieta mediterranea

La dieta mediterranea:

  • prevede molta quantità di cibi di origine vegetale (frutta e verdura fresca, ortaggi, legumi, ma anche pane e pasta da farina integrale e altri cereali integrali come orzo, farro, avena, che hanno un alto potere saziante);
  • predilige il chilometro zero, sinonimo di una maggiore freschezza di frutta, verdura e ortaggi;
  • uso e consumo di olio extravergine d’oliva da usare a crudo su ogni pietanza;
  • carne, pesce e derivati (come uova) vanno consumati solo qualche volta a settimana;
  • il consumo giornaliero yogurt e latte prodotti da animali al pascolo, ( sono presenti acidi grassi, omega 3 e vitamine antiossidanti) che però deve essere moderato;
  • il consumo di carne rossa dovrebbe essere similare a come si era soliti fare nell’antichità. Tale alimento veniva consumato con frequenza domenicale nelle famiglie benestanti; mentre in quelle meno agiate era consumato occasionalmente (magari per qualche occasione particolare);
  • ridurre le quantità di sale da cucina, prediligendo l’uso di spezie ed erbe aromatiche, sempre più in voga in questi ultimi anni;
  • consumare, seppur in modo controllato, vino rosso (un bicchiere al pasto);
  • consumare in modo controllato e in quantità ridotta i dolci.

Quali sono i benefici della dieta mediterranea

Tale stile di vita alimentare, permette di assumere:

  • proteine che sono prevalentemente di origine vegetale (presenti nei legumi, frutta secca);
  • carboidrati a basso indice glicemico (come avena, orzo, segale e da preferire i cereali integrali);
  • aumento degli Omega 3 e 6 (che si trovano nei semi di zucca, di lino, arachidi, mandorle e nella frutta secca);
  • elevate quantità di vitamina C e altri gruppi vitaminici e di micro e macronutrienti;
  • ridotto apporto di sale da cucina.
Camminare aiuta a dimagrire

Camminare permette di smaltire i chili accumulati

Sempre nell’ambito dello stile di vita che segue la dieta mediterranea non bisogna mai dimenticare l’attività fisica, che seppur leggera, dovrebbe essere eseguita ogni giorno. Basta anche una semplice camminata a passo veloce per circa mezz’ora.

Bisogna, però fare attenzione, poiché la nostra epoca registra una crescita di sovrappeso e di obesità, anche e soprattutto in età infantile e tutte le patologie ad esse correlate.

Il modello alimentare mediterraneo deve essere riscoperto, rivalutato e proposto quotidianamente nelle nostre tavole.

Tornare in forma con… la dieta mediterranea ultima modifica: 2019-01-08T09:12:15+02:00 da Lorenza Arceri

Commenti

To Top