I FRANCOFONTESI RACCONTANO FRANCOFONTE

itFrancofonte

CHIESE

La Chiesa dell’Annunziata, un tesoro molto antico

Annunziata

Il nostro consueto appuntamento in giro per le strade di Francofonte si arricchisce con uno degli edifici religiosi più antichi della città, ovvero la Chiesa dell’Annunziata “Extra Terra”. Le prime fonti che ci parlano della sua esistenza sono datate al 1512.

La storia

Già nel XVI secolo, la Chiesa dell’Annunziata ha dato il suo nome alla vicina contrada. Non si sa con precisione quali danni abbia subito a causa del terremoto del 1693. I rilievi effettuati nel 1993 hanno tuttavia fatto capire che, molto probabilmente, gran parte delle mura perimetrali hanno resistito al sisma. Inoltre, un altro indizio significativo è quello che ci viene fornito dalla data riportata sulla chiave dell’arco del portale laterale: 1695. Troppo vicina a quella del terremoto per ipotizzare una ricostruzione totale della chiesa, viste anche le sue notevoli dimensioni. Prima del sisma, la chiesa è stata anche la sede di una delle quattro confraternite esistenti a Francofonte.

42660484 231667564372559 2350162703726673920 N

Il convento di San Francesco d’Assisi

Vicino all’Annunziata, in contrada Silva, si trovava anche il convento di San Francesco d’Assisi, con relativa chiesa. Nel 1593 il convento, che si trovava dall’altro lato del torrente Canali, vivevano tredici frati, tra i quali Frate Serafino da Francofonte, oggi Beato. Nel 1640, i Francescani, tuttavia, dovettero abbandonare il convento a causa della malaria e si trasferirono nel nuovo plesso del paese, intitolato a Santa Maria di Gesù. Il terremoto del 1693 distrusse il convento “alla Silva”, che non fu più ricostruito.

A tal proposito, va chiarito un equivoco sull’esistenza di questi due plessi conventuali, ovvero quello dell’Annunziata “Extra Terra” con romitorio e quello di San Francesco “alla Silva”. Secondo alcuni studiosi, si tratterebbe dello stesso convento, ma, leggendo attentamente alcuni scritti del Gaudioso, si è in grado di smentire queste affermazioni.

42576619 231667701039212 9182047180087623680 N

Durante il XVIII secolo, la Chiesa dell’Annunziata è stata gestita periodicamente da frati eremiti. Forse è stata abbandonata nella seconda metà del XIX secolo, fino al punto da ridursi in rovina. Nel 1947-48, grazie al contributo dei fedeli, la chiesa è stata restaurata e con lei anche la scalinata d’accesso. Nel 1983, sono stati effettuati dei lavori di restauro. Mentre, nel 1986, l’allora vescovo di Siracusa, Mons. Calogero Lauricella, ha elevato la chiesa a Santuario Mariano.

Caratteristiche interne ed esterne

Veniamo adesso alle caratteristiche della chiesa dell’Annunziata. La facciata risulta essere alta con spiovenze a capanna ed è chiusa agli angoli da una coppia di paraste tuscaniche. La scalinata, quattordici gradini con ampia pedata in tutto, contribuisce senz’altro a darle maggior slancio.

La copertura attuale è stata realizzata con delle onduline e risale al 1983. Il portale, con arco a pieno centro, sovrastato da un finestrone rettangolare, si presenta molto semplice. Sulle pareti laterali ci sono altri sei finestroni. Sulla parete nord c’è anche un secondo portale, che presenta decorazioni semplici ma più elaborate rispetto al principale.

42575348 231667624372553 5000528597648146432 N

A sinistra della facciata c’è l’appendice muraria in cui è situata la piccola cella campanaria, il “campanile a vela”. All’interno troviamo un’unica navata con tre altari per lato, più quello maggiore. Risalgono al 1695 circa i capitelli delle arcate entro cui si trovano gli altari laterali.

La Chiesa dell’Annunziata, un tesoro molto antico ultima modifica: 2018-09-28T09:39:24+02:00 da Giuseppe Spina
To Top