SPORT

Città di Francofonte: a tu per tu con Giuliano Salamone, un dottore in campo

44998550 660583287669272 16324436252688384 N

Abbiamo incontrato Giuliano Salamone, ventiquattrenne esterno del Città di Francofonte, del quale oggi vi riportiamo una breve intervista. Il giocatore verde arancio ci parla dei suoi esordi e del suo presente con la squadra francofontese.

Salamone in campo con il Città di Francofonte

Gli esordi e l’esperienza di Rosolini

Giuliano Salamone nasce il 22 marzo 1994. Comincia a giocare già da piccolissimo, come lui stesso ci racconta: “Ho giocato a calcio militando in tutti i settori giovanili. Ricordo bene quando giocavo con la Yhadra, con il compianto Nino Maceo, che ci passava a prendere con il pulmino. All’epoca facevo la seconda o terza elementare”.

Salamone, che può definirsi un figlio d’arte, ha avuto sempre la passione per il calcio: “Il calcio mi è sempre piaciuto. Tra l’altro, mio padre ha giocato tra i professionisti”. E citando i suoi esordi, ci dice: “Ho iniziato a giocare seriamente nei settori giovanili importanti con lo Sportland di Augusta. Ho fatto sia i giovanissimi che gli allievi ad Augusta. Poi sono passato alla San Pio X, dove mi sono perfezionato con mister Centamore. Nello stesso anno, precisamente nel 2011, sono passato con Marinella Giampapa, dopo aver concluso la stagione con la San Pio X, e siamo riusciti a vincere il campionato provinciale, quello regionale di calcio a 5 e siamo arrivati a partecipare anche al campionato nazionale di Lignano Sabbiadoro, dove ci siamo classificati al terzo posto”.

Poi, l’esperienza a Rosolini: “Ho giocato anche con il Città di Rosolini, con cui ho disputato il mio campionato più importante, in promozione, con Mister Zarbano. Qui ho perfezionato tutti gli schemi di gioco e mi sono ritrovato a giocare in squadra insieme a persone più mature”.

45011809 355174151717426 8845685665250148352 N

Tra campo e studio

Tra una squadra e l’altra, passando per diversi campionati, categorie e allenatori, fra gli schemi tattici che ha appreso, Giuliano Salamone ha trovato anche il tempo da dedicare allo studio: “Dopo aver finito la stagione con il Rosolini, mi sono iscritto all’università. Mi sono trovato davanti a un bivio: o giocare seriamente a calcio o decidere di studiare. Ma devo dire che alla fine, durante gli anni universitari, non ho mai smesso di giocare. Ho partecipato a qualche campionato universitario, ma senza mai tesserarmi. Poi mi sono laureato e sono tornato a Francofonte. Così, mi sono tesserato con il Città di Francofonte, squadra che partecipa al campionato di prima categoria Girone E”.

I ricordi migliori e il presente a Francofonte

Fra i suoi ricordi sportivi più indelebili, Salamone ne cita uno appartenente ai primi anni della sua carriera calcistica: “Le cose più belle mi sono successe con allievi e giovanissimi. Ricordo il gol col Siracusa, giocavo per la prima volta tra gli allievi. Quel giorno, appena ho toccato il primo pallone, ho segnato. Era una partita molto sentita contro lo Sportland e c’era rivalità tra le due squadre aretusee”.

45087143 351007092317012 202807406529347584 N

Oggi Giuliano Salamone indossa la maglia numero 4 del Città di Francofonte. Queste le sue parole in merito alla sua attuale squadra, per la quale è contento e onorato di giocare: “Per quanto riguarda il Città di Francofonte, abbiamo creato un bel gruppo. Abbiamo ottime potenzialità. Dobbiamo solo ingranare. Allora sì che riusciremo a giocare un ottimo campionato”.

Città di Francofonte: a tu per tu con Giuliano Salamone, un dottore in campo ultima modifica: 2018-11-06T08:05:14+00:00 da Giuseppe Spina

Commenti

To Top